Come fare, Piante e fiori

5 nuovi consigli per far durare i fiori recisi

2 Set , 2015   -   di

prendersi-cura-dei-fiori-recisi

Gerard Pitts, uno dei poeti estinti del film L’attimo fuggente , diceva: “Cogli la rosa quando è il momento, che il tempo, lo sai, vola e lo stesso fiore che sboccia oggi, domani appassirà”

Vogliamo sfatare questo mito e darvi qualche consiglio per far durare il più possibile i fiori recisi che rimangono, almeno a mio parere, una delle gioie della casa, un tocco di vita e colore che rischiara e caratterizza l’ambiente, e che possiamo di volta in volta variare a seconda del nostro umore, della stagione e delle occasioni.

fiori-recisi

Ecco quindi di seguito le regole principali per la “manutenzione” dei nostri amici fiori.

1.  I fiori appassiti possono essere salvati

Per i fiori che sono stati troppo tempo fuori dall’acqua e ne mostrano i segni con il classico reclinare del bocciolo c’è un rimedio: immergete lo stelo nell’ acqua bollente per al massimo 10 secondi; quelli con lo stelo legnoso come le rose avranno bisogno invece di circa 30 secondi; tenete presente che più lo stelo è lungo e di più secondi  di ammolo necessiterà. Ma mi raccomando di non immergere anche i capolini per non ” lessare” il fiore.

decorare-con-i-fiori

2. Il taglio giusto aiuta

Evitare di schiacciare la parte finale del gambi (danneggia la loro capacità di prendere l’acqua). Utilizzate invece un coltello molto affilato o forbici per fare un taglio obliquo  netto e veloce. Cercate di compiere l’operazione sotto l’acqua in modo che il fiore abbia la sua prima “boccata” di h20 e non d’aria.

come-curare-i-fiori

3. Gli steli legnosi son più.. bisognosi

Effettuare un ulteriore taglio verticale di circa due centimetri alla base di ogni stelo incidendolo da parte a parte; aiutateli ulteriormente immergendoli in acqua tiepida.

come-far-durare-di-piu-i-fiori-recisi

4. I batteri sono grandi nemici

La guerra contro questi invisibili nemici può essere vinta con una manutenzione costante e con la pulizia: ogni vaso va meticolosamente pulito prima di essere utilizzato, aggiungendo anche una soluzione acida leggera (magari 1 cucchiaino di candeggina o 5 di aceto bianco). E’ anche consigliabile eliminare le foglie al di sotto della della linea di galleggiamento, cambiare l’acqua ogni due giorni recidendo i gambi di volta in volta, e rimuovere via via eventuali steli che si rovinano o sembrano putrescenti.

vasi-con-fiori

5. I fiori hanno fame

Aggiungere sempre la bustina che viene fornita con i fiori dal fiorista da cui li avete acquistati, o chiedetela se non vi viene data; contiene zucchero unito ad agenti antibatterici che nutriranno i fiori e prolungheranno la loro delicata vita. In alternativa, versare mezzo bicchiere di limonata fatta in casa o un cucchiaino di limone e zucchero.

Adesso chi vi regalerà un mazzo di fiori potrà stare tranquillo che li curerete con lo stesso amore con cui ve li ha donati!

O magari potete comprarli da soli, con la gioia di riuscire a prolungare loro la vita.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *