Piante e fiori

8 piante velenose che potreste avere in casa

24 Giu , 2014   -   di

 

8 piante velenose che tutti potreste avere in casa

Ci sono piante tossiche e fiori velenosi che possono rivelarsi letali se ingeriti per sbaglio. Si tratta di piante e fiori piuttosto comuni che si trovano nei nostri giardini privati o condominiali se non nei nostri terrazzi, o in cui possiamo imbatterci per caso facendo una passeggiata.
Ovviamente non è il caso di farsi prendere dal panico e eradicarle. Basta stare attenti a che bambini e animali non vi si avvicinino troppo. Queste piante infatti sono molto tossiche anche per i gatti e i cani.

Vediamo nel dettaglio di quali specie si tratta.

Narciso

I bulbi di questo splendido fiore (foto in alto) sono la parte più velenosa. Questi fiori sono tossici anche per gatti e cani. Se avete quindi animali domestici che amano odorare e assaggiare i fiori, evitate questa pianta. L’ingestione infatti può causare vomito, diarrea, convulsioni, tremori e aritmia.

 

Rododendro e Azalea

Rododendri e azalee sono piante tossiche della stessa famiglia, simili ma non uguali. In questo caso tutte le parti della pianta sono velenose. L’ingestione accidentale di un fiore o una foglia o parte di un ramo potrebbe causare dolore addominale, difficoltà respiratorie, coma e persino la morte.

 

Oleandro

Ingerire anche una piccola parte di questa pianta velenosa che in genere ha fiori bianchi, rosa o rossi, potrebbe essere fatale. I sintomi includono sonnolenza, rallentamento del battito cardiaco e tremori.

 

Cicuta acquatica o virosa

Questa pianta velenosa perenne dai piccoli e carinissimi fiori, potrebbe crescere nel vostro giardino come un’ erbaccia. Se però avete cani e gatti curiosi dovreste rimuoverla subito. Le tossine di questa pianta attaccano il sistema nervoso e possono provocare danni serissimi come paralisi e morte ad animali ed esseri umani.

 

Tasso o albero della morte

Tutte le parti di questa pianta dal nome eloquente, ad eccezione delle bacche, sono tossiche. I semi lo sono in particolar modo. Responsabile della tossicità di questa pianta è un alcaloide che può causare convulsioni, paralisi e anche la morte per uomini e animali.

Ortensia

Le bellissime e tossiche ortensie, spesso usate per decorare terrazze e giardini, contengono una tossina, la cianide, che se ingerita in grandi dosi può rivelarsi fatale.

Filodendro

La linfa di questa pianta da interni velenosa può essere estremamente irritante per la pelle e per il cavo orale. Può infatti causare irritazioni alla gola, difficoltà respiratorie e problemi allo stomaco. In genere con l’accidentale ingestione di parti di questa pianta, non ci sono conseguenze gravi ma è sempre meglio tenerla  lontano da bambini. Il filodendro è tossico anche per i gatti, i cani e gli animali domestici in generale.

Vischio

Questa pianta velenosa parassita, che in genere entra nelle nostre case durante le festività natalizie, può causare problemi alla digestione, rallentare il battito cardiaco, avere effetti allucinogeni sugli esseri umani se ingerita in grandi quantità, ed essere molto nociva per gli animali. Non è certo che possa causare anche la morte.

 


, ,


Un commento

  1. chiara ha detto:

    I miei gatti passano intere giornate ad odorare i fiori e il mio giardino è pieno di azalee. Non sapevo fossero tossiche. adesso dovrò quanto meno spostarle. grazie bz

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *