Lavori in casa Pubblicato da Redazione

Come realizzare una copertura per la veranda o il terrazzo

La scelta e l’installazione di una copertura per il terrazzo è un passaggio chiave per chi ha deciso di vivere gli spazi esterni della propria abitazione: terrazza, balcone o veranda che sia. Coperture terrazzi in legno o coperture in vetro-alluminio, coperture terrazzi apribili o fisse, semplici tende da sole o gazebo: le tipologie sono davvero tante e ci sono da fare i conti con le numerose normative esistenti, incluse quelle condominiali. Capiamo insieme quali sono i passi fondamentali per scegliere correttamente la copertura per il nostro terrazzo affinchè risulti funzionale, esteticamente gradevole, ben contestualizzata e …a norma.


Per prima cosa valutiamo se la copertura per il terrazzo dovrà servirci solo in estate o dovrà essere 4 stagioni.

Tende da sole

Se stiamo cercando una copertura per vivere la nostra veranda in estate sarà sufficiente procurarci una semplice ma robusta tenda da sole con un eventuale sistema  frangivento se abbiamo bisogno di isolare l’ambiente dall’illuminazione, il caldo e il  vento. Le tende da sole come copertura di una veranda sono un’ottima soluzione per la facilità di personalizzazione in termini di forma, tessuto, colore e materiale della struttura. Inoltre, per i più pigri, esistono tende da sole con meccanismi motorizzati di apertura e chiusura.

La nuova copertura per il nostro terrazzo o veranda oltre a consentirci di utilizzare tali ambienti anche nella stagione soleggiata, sortirà l’indubbio vantaggio di ostacolare l’irraggiamento delle zone interne della casa, antistanti il terrazzo o la veranda stessi, costituendo un immediato risparmio sui consumi energetici.  L’unico consiglio è quello di fare attenzione alla sicurezza e alla durata, evitando di acquistare strutture troppo deboli.

Gazebo

Oltre alle tende da sole possiamo utilizzare un gazebo in legno o un gazebo in ferro battuto. A parte questi materiali, più adatti per strutture fisse, è possibile trovare gazebo in acciaio, alluminio o poliestere che garantiscono maggiore leggerezza e trasportabilità in quanto sono pieghevoli. Il tetto del gazebo è solitamente costituito da un telo impermeabile.

Coperture per terrazzo in legno, ferro, vetro, alluminio

Se abbiamo bisogno di una copertura per il terrazzo che sia adatta anche al periodo invernale dovremo scegliere probabilmente una struttura meno precaria (ma pur sempre amovibile), sufficientemente robusta e resistente agli agenti atmosferici come vento, pioggia, neve. Esistono tettoie e coperture di questo tipo anche telescopiche, facilmente apribili grazie a meccanismi di motorizzazione. Inoltre le coperture possono essere come verande trasparenti e possono essere termicamente isolate e capaci di attenuare i rumori esterni.
Delle ottime soluzioni come copertura sono le strutture in legno e/o alluminio con tettoia retrattile ossia con la possibilità di aprire e chiudere il tetto nelle due modalità manuale o motorizzata. Queste strutture nella parte superiore sono, opzionalmente, coadiuvate da intercapedini di ventilazione, pannelli coibentanti, teli impermeabili e coperture decorative. Possono inoltre essere dotate di pannelli laterali trasparenti fissi o amovibili, in grado di preservare la visuale esterna. Le coperture in legno possono essere in legno lamellare o legno massello di abete, larice, rovere. Anche altri materiali sono utilizzati per realizzare coperture in ferro battuto, coperture in plexiglass e coperture in policarbonato.

Installare la copertura del terrazzo

L’installazione di coperture per terrazzi e verande ricade nella fattispecie relativa all’impianto di opere precarie, ossia rimovibili, su spazi esterni alla casa, che non devono in alcun modo essere finalizzate ad uso abitativo. Per regolamentare tale fattispecie ogni comune e regione si dota delle proprie normative. Fate quindi riferimento alle vostre amministrazioni locali. Normalmente tra le strutture precarie o rimovibili si includono anche le strutture profilati di legno o acciaio montati attraverso flange o bulloneria. Una particolare attenzione va prestata se l’immobile ricade ricade in aree vincolate come i centri storici. In tal caso prima di installare una copertura di un terrazzo occorre acquisire parere preventivo della Soprintendenza ai Beni Culturali ed Ambientali.

In generale comunque la copertura di un terrazzo o di una veranda non è soggetta ad autorizzazione urbanistica da parte del comune e può essere realizzata immediatamente dopo la presentazione della domanda, allegata ad una relazione di un tecnico, unitamente al pagamento di un importo pari a € 50,00 al metro quadrato.

Per evitare contenziosi, inoltre, in caso di verande o terrazzi appartenenti ad edifici condominiali è indicato farsi autorizzare l’esecuzione dall’assemblea condominiale. Ricordiamoci che, in ogni caso, va rispetta la distanza legale tra la struttura di copertura e la finestra o il balcone del vicino che, per l’art. 873 del Codice Civile, deve essere di almeno 3 metri.


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Gallery di Design

1 Cucina moderna che sposa la tradizione Bagno Antilla di sera Cut Sofa di Noon Studio Make up now! Pannelli Acustici per il soggiorno Country...con gusto Pensile per la cucina bonalno-tree-001 Lungo specchio verticale e orizzontale Dillo con Ruzzle: Play
Seguici su Pinterest