Domotica

Allarme Somfy, Zenith Optimedia Group, Performics Italia e Filippo De Padova

14 Set , 2015   -   di

Allarme-casa-senza-fili-Somfy

L’articolo che state per leggere è stato scritto dalla nostra redazione e commissionato da Filippo De Padova della società Zenith Optimedia Group Srl, Via Giosuè Borsi, 9 – 20143 Milano – Italy  P.IVA 09288560155, divisione Performicsper conto della azienda Somfy Italia con sede a Trezzano sul Naviglio.

Purtroppo malgrado gli accordi la Zenith Optimedia Group non solo non ha mai liquidato il pagamento, ma ha smesso di rispondere ad ogni nostro tentativo di contatto.

Filippo De Padova, Zenith Optimedia Group, Performics Italia

Un simile comportamento è assolutamente deprecabile e scorretto. Riteniamo giusto e opportuno mettere in guardia editor, blogger ed aziende che potrebbero, come è successo a noi, cadere nella trappola di questi ambigui personaggi.


Sentirsi al sicuro in casa e stare tranquilli quando ci si allontana per le vacanze o anche semplicemente per andare al lavoro, è importante. Infatti sia che si abiti in un condominio o in una casa singola, tipo villetta, il rischio di furto è purtroppo sempre presente.

Per proteggere la propria casa, ma anche se stessi e i propri cari, l’ideale sarebbe ricorrere ad un sistema integrato, dato da quella che si definisce sicurezza passiva, ovvero serramenti e porte, e da sistemi di sicurezza attiva, ovvero gli impianti antifurto, la cui presenza è molto spesso sufficiente a dissuadere i malintenzionati.

Per quanto riguarda gli antifurto, noi di BZ Casa troviamo particolarmente interessante l’offerta di Somfy, un’azienda con più di 10 anni di esperienza negli impianti di allarme casa senza fili.

Tenete presente che oggi gli impianti di allarme senza fili sono sempre più diffusi e stanno pian piano prendendo il posto dei più classici impianti a sistema cablato. Anche le vecchie remore relative a eventuali disturbi del segnale via onde radio, sono state superate grazie a sofisticati sistemi di trasmissione dei dati. Nello specifico, Somfy utilizza la tecnologia io-homecontrol®, che si avvale, su ogni installazione, di una chiave di sistema crittografata ed esclusiva, per garantire una comunicazione sicura tra i vari dispositivi.

Gli allarmi senza fili hanno il vantaggio di poter essere installati senza opere murarie e quindi molto velocemente e senza costi aggiuntivi, facendoci risparmiare centinaia se non migliaia di euro. Inoltre sono adatti ad ogni tipo di abitazione, ed essendo generalmente modulari, si possono anche modificare nel corso del tempo. Gli allarmi Somfy per esempio, si possono integrare con oltre 50 elementi, tra i  quali telecamere IP interne e/o esterne per la sorveglianza della casa da remoto, sensori di rilevamento di fumo, di perdite d’acqua o di scollegamento dalla rete elettrica, rilevatori di presenza, dissuasori acustici, etc.

Sensore_di_Apertura-di-porte-e-finestre-Somfy

In pratica questo sistema di allarme senza fili consiste di una centralina di controllo e di diversi accessori configurabili a seconda delle proprie esigenze.  Ad esempio si può decidere di installare su porte e finestre i sensori che ne rivelano immediatamente l’apertura (immagine sopra), e aggiungere nelle stanze in cui custodiamo gli oggetti più preziosi una videocamera con sensore di movimento che ci permette di vedere, ovunque ci troviamo, se c’è stata un’intrusione in casa.

L’allarme senza fili si attiva e disattiva facilmente  attraverso un computer, un tablet o uno smartphone, utilizzando le app iOS e android dedicate. Inoltre il sistema è in grado di inviare un sms o un messaggio e-mail con il link per visualizzare la casa, qualora venisse rilevato un movimento, un’apertura o del fumo.

Ma non finisce qua! Infatti grazie al sistema domotico TaHoma 2.0, Somfy offre la possibilità di avere un controllo totale sulla nostra casa sia da dentro che a distanza. Oltre al sistema di allarme, possiamo quindi gestire da remoto le luci, l’ apertura e chiusura di tapparelle, porte e cancelli,  l’impianto di climatizzazione e riscaldamento, etc. simulando, ad esempio, la nostra presenza in casa anche quando siamo lontani.
Ricordiamo infatti che anche secondo le Forze dell’Ordine  qualche luce accesa e un po’ di musica da programmare e attivare a orari prefissati tramite sistemi domotici o dispositivi dedicati, possono essere semplici ma efficaci deterrenti.

A seguire un video che mostra TaHoma 2.0 e le sue applicazioni.


, , , , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *