Impianti

Antifurto casa Home Shield: l’allarme senza fili economico e facile da installare di Faac

31 Lug , 2014   -   di

Home Shield è un sistema d’allarme senza fili, facile da installare e alimentato con batterie alcaline, ma in grado di proteggere la nostra casa in maniera efficace, in quanto progettato da Faac per eliminare i rischi connessi alle interferenze sui segnali radio.

Azienda leader nel settore delle automazioni per porte e cancelli, da alcuni anni Faac si è dimostrata sensibile nei confronti delle mutate esigenze di un mercato, quello della domotica, sempre più orientato alla richiesta di soluzioni in grado di garantire un’efficiente protezione degli edifici residenziali. Una domanda, questa, a cui cerca di dare risposta la maggior parte dei sistemi d’allarme senza fili di ultima generazione, concepiti espressamente per una installazione semplice e veloce, ma al contempo capaci di attestarsi sugli stessi livelli di affidabilità dei più comuni sistemi cablati.

Il sistema di allarme Home Shield di Faac interpreta in maniera pura la filosofia wireless, che molte altre case applicano soltanto in parte. Si tratta nello specifico di un kit predisposto per funzionare autonomamente senza fare nessun affidamento sulla rete elettrica domestica. Sia i rilevatori che la centrale adibita alla ricezione dei segnali, infatti, sono alimentati da comuni batterie alcaline la cui durata è di circa 3 anni. Un dettaglio, questo, che consente al sistema d’allarme di essere sempre pienamente operativo a prescindere da eventuali guasti, black out (questi ultimi molto frequenti nel periodo estivo, a causa del sovraccarico indotto dagli impianti di condizionamento), o semplici malfunzionamenti che possono verificarsi a carico della rete elettrica. Qualche mese prima dell’esaurimento della carica inoltre, il sistema è in grado di emettere un avviso per consentirci di eseguire il cambio delle batterie con tutta tranquillità.

Gli allarmi senza fili di vecchia generazione sono stati spesso considerati poco sicuri, a causa delle modalità con cui la trasmissione radio avveniva. Operando infatti su una sola frequenza, era possibile che il segnale venisse in qualche modo interferito o disturbato anche da fonti presenti all’interno della stessa casa, generando pertanto una mancata attivazione dell’allarme. Faac è riuscita ad ovviare a questo problema dotando il suo sistema di una trasmissione dei segnali radio in doppia frequenza (434 e 868 Mhz), in maniera tale che, se una delle due frequenze di utilizzo dovesse risultare disturbata o interferita, verrà selezionata subito l’altra, annullando di fatto qualsiasi rischio.

La centralina del sistema d’allarme Home Shield di Faac è collegata alla rete telefonica e,  nell’eventualità in cui venga rilevato un tentativo di intrusione/effrazione, è in grado di chiamare fino a 4 numeri diversi (4 chiamate per ciascun numero) per avvisare dell’accaduto. Attraverso il nostro smartphone sarà inoltre possibile cambiare le impostazioni a distanza, e persino attivare in qualunque momento una funzione, chiamata Parla/Ascolta, che ci mette in contatto diretto con la nostra casa per carpire eventuali voci o rumori.

Home Shield è un sistema d’allarme estremamente facile da installare, che non ci obbliga a praticare costosi scassi nelle pareti per il cablaggio. E’ altamente espandibile, essendo predisposto per infinite personalizzazioni partendo dal kit base. Grazie alla funzione di autoapprendimento, inoltre, qualsiasi componente venga aggiunto in un secondo momento sarà immediatamente funzionante senza effettuare alcuna ulteriore configurazione.

Sul sito della Faac è possibile vedere nel dettaglio in cosa consista la dotazione di base e quali siano  le specifiche tecniche dell’Home Shield. Noi ci sentiamo di consigliarlo innanzitutto per i suoi punti di forza, che possono essere così riassunti:

  1. Azzeramento dei costi di installazione.
  2. Alimentazione autonoma dalla rete elettrica.
  3. Autonomia elevata delle batterie alcaline.
  4. Affidabilità aumentata con lo sfruttamento di ben due frequenze radio.
  5. Ampie possibilità di espansione e personalizzazione del sistema (sirena/lampeggiante da esterni,combinatore telefonico GSM, ecc.).

Per quanto riguarda infine il prezzo, partendo dal kit base che costa circa 500 Euro, e ipotizzando un livello di personalizzazione medio-alto, non andremo comunque mai a superare i 1.500 Euro di spesa. Un dato quest’ultimo che va preso seriamente in considerazione, dal momento che un qualunque sistema d’allarme cablato e con prestazioni paragonabili al kit Home Shield di Faac, presuppone un investimento economico ben superiore cui si aggiungono, per forza di cose, anche i relativi costi di installazione.


, ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *