Bagno

Arredare il bagno con pezzi di design scolpiti dall’acqua

8 Apr , 2013   -   di

La linea Palomba Collection di Laufen, firmata dalla copia di designer internazionali Ludovica e Roberto Palomba, si presenta alla vista come una perfetta sintesi di forme organiche, forme naturali e tecnologia. Il materiale ceramico viene modellato in linee morbide e fluide come se fosse stata la stessa acqua che vi scorre dentro a determinarne il disegno, proprio come avviene in natura con il materiale roccioso. L’idea di un design in cui l’impronta della natura è così vivida ed evidente nasce appunto dall’osservazione dell’interazione degli elementi naturali ed è arrivata durante un passeggiata sulla spiaggia fatta sotto la pioggia. E proprio come sotto la pioggia la rena cede e lascia emergere irregolari pozze d’acqua che rompono la distesa sabbiosa, nella fantasia dei due designer si ammorbidiscono le geometrie regolari dei tradizionali lavabi rettangolari lasciando spazio alle forme intense ma gentili dei catini che ricordano piccoli laghi. Candidi e lisci ma resistenti come certe pietre di fiume, i pezzi della collezione Palomba sono ispirati alle forme naturali ma allo stesso tempo studiati per il massimo comfort.

Si pensi all’elegante vasca da bagno la cui forma ergonomica ricorda vagamente gli antichi bacili per il bagno: le delicate forme naturali, progettate per essere di supporto alla schiena, nascondono un sistema di getti d’acqua massaggianti che ne accentua le funzionalità.


LEGGI SU BZCASA: idee e consigli per arredare il bagno con stile


Altro pezzo interessante della collezione è il lavabo da centro stanza: come gli antichi monoliti preistorici, sorge solitario e imponente dal pavimento, allo stesso tempo scultura naturale e fonte sensuale. Concepito per essere indipendente da una parete di sostegno, assicura un’ampia gamma di combinazioni e soluzioni spaziali.

Tutti i pezzi della Collezione Palomba 2012, composta da una vasca, otto lavandini e vari accessori per l’arredo bagno, sono combinabili in più abbinamenti lasciando ai designer d’interni grande libertà di uso degli spazi e di composizione.


, ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *