Decorazione

Come arredare casa con il colore arancione

4 Mar , 2014   -   di

Saper scegliere i colori e le tonalità dell’arredamento è un nodo fondamentale da affrontare, perché ogni nuance porta con sé effetti più o meno benefici da considerare in base anche alle diverse stanze della casa. Per non errare sugli effetti da ottenere in ogni ambiente della casa, è interessante conoscere la cromoterapia.

Le tendenze dell’arredamento per il 2014 parlano chiaro e puntano tutto su due colori: il blu e l’arancione. In vista dell’arrivo della primavera, oggi vogliamo concentrarci proprio su quest’ultimo: colore acceso, gioioso, vitale; tipico anche della natura autunnale, sa tuttavia trasmettere calore e allegria, per questo direttamente collegato con l’arrivo dell’estate e della sua energia.

L’arancione nasce dall’incontro fra il rosso e il giallo, due colori davvero molto intensi, vitaminici. È in grado di stimolare l’attenzione, la concentrazione e lo studio, essendo allo stesso tempo defaticante e regalando sensazioni piacevoli come nessun’altra tonalità. Tutte queste caratteristiche lo rendono ideale per la zona giorno.


Scegliere dei complementi arancioni per uno studio sembra un’idea perfetta: una lampada da tavolo come quella di Artemide, una poltrona o magari delle tende si trasformano così in veicoli per la concentrazione.

Altri luoghi candidati a questa tonalità sono la cucina e il salotto, zone della casa dedite all’accoglienza degli ospiti, dunque arredate per poterli far sentire a loro agio e ben accolti.

In cucina ci si può sbizzarrire utilizzando questo colore nei modi più svariati: pensili arancioni, canovacci o presine, tovaglie e, addirittura, stoviglie abbinate.

In soggiorno possiamo valorizzare l’arancione tramite la scelta dei divani o dei complementi di illuminazione: in questo caso una lampada da terra dal design curvilineo e accattivante è Osca Minipot di Raily. Per la scelta del divano le possibilità variano dai modelli di Ikea, come il Tylösand, fino a quello Made della collezione Yoko dalle linee minimaliste e trasformabile con un semplice movimento in letto.

Per la camera da letto, la scelta oltre che sulla biancheria, potrebbe ricadere su testiere e cuscini.

La classica soluzione per attorniarci interamente di un colore è quella di dipingerne le pareti. Per spezzare si può scegliere di realizzare una sola parete arancione, lasciando le altre bianche.

Per tutti gli arredi e le soluzioni arancioni che desideriamo è possibile proporli in toni brillati oppure pacati, in tinta unita o fantasia, seguendo le nostre inclinazioni e gli abbinamenti migliori. Se infine vogliamo che affiancare l’arancio ad altri colori basta si tratti di toni leggeri, che non abbiano la stessa carica e uguale vivacità: oltre al bianco, si sposa felicemente con  il beige, il marrone o il verde chiaro.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *