Cameretta

Come arredare la cameretta dei bambini in 5 mosse

17 Apr , 2013   -   di

Cominciamo con la buona notizia: fiocco azzurro nella famiglia di BZCasa! Un lieto evento che ci inorgoglisce, ci rende “zii” e, più pragmaticamente, ci dà l’opportunità di parlare di un tema finora soltanto lambito: come organizzare e arredare la cameretta dei bambini.

Sicurezza, colore, ottimizzazione degli spazi e cura nei dettagli possono coesistere in un unico luogo, o dovremo sacrificare qualcosa? La risposta è nessun sacrificio, la spiegazione è contenuta qui:

Sicurezza, prima di tutto

La stanza dei bambini dev’essere a misura di bambino. Sembra tautologico, quindi specifichiamo: non si parla soltanto di dimensioni ridotte, ma anche e soprattutto “sicurezza” e “praticità“. Attenzione ai materiali, scegliete sempre quelli naturali e anallergici, vernici rigorosamente atossiche, angoli possibilmente smussati per evitare urti accidentali.

Il tappeto? Se è antiscivolo e privo di elementi sui quali si potrebbe inciampare ci piace di più!

Colore, colore, colore!

Non è soltanto una questione estetica: la stanza dei bambini va resa vivace e colorata come il loro mondo, senza per questo diventare “eccessiva”: largo perciò agli accostamenti di colore e a complementi d’arredo in tinte vivaci, che si integrino in un ambiente dai toni più soft e pastello.

Non fossilizzatevi sui classici rosa = femminuccia e blu = maschietto: pensate ad esempio al verde, uno splendido colore che ispira relax e tranquillità, o alle tonalità dell’arancio, luminose ed energizzanti.

Avete optato per il bianco? Anche il colore neutro può essere personalizzato e vivacizzato: mai sentito parlare di adesivi per muro? Sono pratici, non incollano, possono essere staccati in qualsiasi momento e creano una splendida atmosfera!

Quei dettagli che fanno la differenza (di design!)

Volete fare davvero impazzire i vostri bambini ed i loro amichetti? Inserite nella loro cameretta qualche buffo elemento d’arredo: ad esempio, un dolce set di lenzuola per trasformare il loro letto in una barretta di cioccolato. Oppure, rimanendo in tema golosità, qualche cuscino a forma di dolcetto e biscotto.

Il tappeto è un’altra ottima idea per far sì che i pargoli giochino su una superficie morbida, a prova di cadute accidentali: su BZCasa potrete trovare numerosi modelli, date un’occhiata per credere!

Facciamo un po’ di spazio

Se è vero che le prime parole che i bambini imparano sono “mamma” e “papà”, è altrettanto vero che tra le prime parole insegnate ai pargoli diventati piccoli ometti o piccole principesse ci sarà tieni la tua stanza in ordine! A patto, però. che ciò sia realizzabile.

Adibite uno spazio apposito nel quale i bambini possano mettere da parte giochi, libri e quant’altro. Le ceste sono un ottimo modo per fare presto e dare un aspetto meno anarchico allo spazio, così come le scatole portaoggetti. Che ne pensate, ad esempio, di quelle Lego?

Tutti a letto!

Il discorso è relativamente semplice se la stanza è destinata a un solo bambino. Ottimizzare gli spazi diventa invece indispensabile in caso di bimbi in coabitazione. Affinché ognuno abbia il proprio spazio, anche quando lo spazio non basta, è consigliabile valutare la cameretta ponte con letti a castello: in questo modo avrete, oltre ai giacigli, anche gli armadi guardaroba e, in alcuni casi, la scrivania. Tutti in un unico pezzo d’arredo.

Questa la teoria: passando alla pratica, vi consigliamo di dare un’occhiata alla photogallery e trarre ispirazione per arredare la cameretta del vostro nuovo, splendido inquilino!

[Not a valid template]


, , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *