Cucina

Come arredare una cucina classica in 5 mosse

2 Ott , 2013   -   di

La cucina classica: calda e accogliente


La cucina
è l’ambiente in cui si trascorre il maggior tempo quando si permane in una casa.  Per questo va arredata seguendo alcune regole precise. Partiamo dal principio. La cucina ha la funzione della preparazione del cibo. Talvolta, dalla degustazione di quest’ultimo, quindi luogo in cui si divide e condivide il pasto con la propria famiglia. La cucina è un luogo di convivialità familiare. Non solo. La cucina è un luogo dove le persone  possono instaurare un dialogo con i propri familiari, nel intermezzo che avviene tra una portata e l’altra. Quindi, la cucina è un ambiente in cui vi è scambio di idee, pensieri. Si condivide la quotidianità, si parla della propria vita lavorativa e di progetti di vita futuri. La cucina è anche un ambiente in cui si sperimenta, si crea si assapora la nascita di nuovi piatti. Insomma un un ambiente polifunzionale.

 

 

Ma come arredare un ambiente come questo?

Piccola premessa.

Bisogna far prevalere i propri gusti, per farlo diventare un’ambiente caldo e accogliente per tutti.

Ecco cinque regole fondamentali:

1) Scegliere i colore dei mobili d’arredo e delle pareti dell’ambiente: devono rispecchiare la personalità di chi cucina ed è il padrone principale della stanza, strizzando l’occhio ai colori neutri o caldi, sui toni del panna e del legno, tipici della cucina classica.

2) Munirsi delle attrezzature del mestiere: pentole, stoviglie, posate, teglie, contenitori, mestoli, tovaglie e tutti i casalinghi che servono per la preparazione dei piatti. Tutto questo va scelto con colori armoniosi e che si abbinano al colore dei mobili della cucina cucina.

3) Gli elettrodomestici per la preparazione dei cibi: forno, cappa, microonde, frigorifero, lavastoviglie. Sono indispensabili in cucina. Devono essere di ottima qualità perchè si tratta di un’investimento che deve perdurare nel tempo, causa il loro elevato prezzo d’acquisto. Oggi però su mercato vi sono presenti, elettrodomestici in grado di diminuire i consumi energetici. Meglio acquistare elettrodomestici classe A. I codici “+” che vi si trovano accanto le A, indicano un’ulteriore risparmio del consumo di energia elettrica.

4) Gli elettrodomestici a vista: es. impastatore, centrifughe, macchina per il caffè. Servono a semplificare la vita di chi vuole prepararsi un buon piatto o gustarsi una deliziosa bevanda, riducendo i tempi di preparazione.

5) Le linee e i materiali: naturalmente gli arredi della cucina saranno realizzati in materiali classici e caldi, primo fra tutti il legno, sia nelle varianti naturali in massello che eventualmente colorato sui toni classici del bianco e del panna, avorio e beige. Le linee saranno essenziali ma accoglienti dove a pensili a giorno o con vetrinetta, associamo un bel tavolo capiente in legno che fa tanto cucina.

…e Spegnere la Tv! meglio astenersi dalla Tv, soprattutto quando si assapora il piatto preparato con tanto amore.  E’ proprio senza Tv a tavola, che si può creare l’atmosfera giusta per dialogare e confrontarsi con i propri cari.

Queste sono le regole principali per una calda e accogliente cucina classica,  ognuno poi, segua il proprio stile di personalizzazione!

 

[img: mobilumbria.com]


, ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *