Come fare

Come pulire il parquet: i consigli

27 Dic , 2013   -   di

Il pavimento in parquet è una superficie in legno che dona un’atmosfera molto accogliente e raffinata agli ambienti, garantendo, al contempo, ottimo isolamento termico e acustico, buona resistenza all’usura e piacevolezza al tatto. I parquet si differenziano a seconda  del tipo di legno (i più comuni sono teak, wengè, noce, rovere e faggio) e del procedimento utilizzato per la lavorazione.

Esistono tre diverse tipologie di lavorazione: parquet verniciato, parquet cerato (opaco), trattato con olio, e parquet laminato.

Con il primo procedimento il parquet ha un effetto più lucido e si rivela più semplice da trattare; con il secondo assume un aspetto molto più naturale, ma risulta anche più delicato, mentre il terzo è sicuramente il meno pregiato, ma il più resistente.

Per conservare intatte le caratteristiche del parquet  e provvedere alla sua pulizia, bisogna attenersi ad alcune regole generali, che valgono per tutti i tipi elencati, in quanto mirano a eliminare la polvere e a contenere il rischio di graffi o di rigonfiamento del legno:

  • collocare uno zerbino all’ingresso;
  • camminare con  pantofole o pattine;
  • mantenere una temperatura intorno ai 20°C e un’umidità del 40-50%;
  • arieggiare spesso l’ambiente;
  • non coprire il parquet per lungo tempo con tappeti, soprattutto se tendono a perdere colore;
  • inserire sempre feltrini sotto le sedie;
  • utilizzare scope con frange, panni specifici elettrostatici o aspirapolvere;
  • non detergere con prodotti schiumosi e troppo aggressivi, bandita, in modo particolare, l’ammoniaca;
  • utilizzare prodotti specifici (esistono ricette “casalinghe”, ma non sempre sortiscono il risultato desiderato);
  • evitare l’uso eccessivo di acqua, ma limitarsi all’utilizzo di strofinacci inumiditi e ben strizzati;
  • non utilizzare macchine per pulire a vapore;
  • proteggere il parquet in caso di lavori;
  • trattare periodicamente il pavimento con prodotti protettivi  autolucidanti o rilucidabili, senza esagerare con le dosi, per non creare scivolose stratificazioni;
  • lucidare il parquet nel senso di posa dei listoni.

Oltre all’ordinaria pulizia, esistono degli imprevisti, come una macchia o un segno sul parquet.  Tuttavia basta adottare validi metodi che consentono di rimediare tempestivamente:

  • per macchie di vernice, lucido da scarpe, smalto per unghie, pennarello, inchiostro o trucco si deve utilizzare un panno pulito imbevuto di acetone, prestando attenzione a non sconfinare dall’area della macchia;
  • per macchie di frutta, birra, latte, vino, tea o bibite bisogna intervenire immediatamente con un panno assorbente, oppure,  se la macchia è già asciutta, servirsi di un panno umido e sfregare  con delicatezza;
  • per macchie di cioccolato, grasso oppure olio è consigliabile optare per un prodotto specifico;
  • per eliminare le striature cagionate dalle scarpe, si può ricorrere ad una soluzione composta da bicarbonato di sodio, acqua e aceto, ma ci sono scuole di pensiero contrastanti in merito ai metodi di detersione “fai da te”. Sicuramente, nel caso di un ripristino straordinario della superficie, è opportuno rivolgersi a tecnici qualificati.

A seguire alcuni link per l’acquisto online di prodotti per la manutenzione del vostro parquet:

http://www.betahouse.it/pacchetto-parquet.html

http://www.eternalparquet.it/catalogo/categoria_202_1/pulizia_e_manutenzione.php?gclid=CPKJ7o-BuLsCFYZd3godwi0A7A

http://www.parquet-direct.it/shop/it-it/accessori/prodotti-di-pulizia-e-manutenzione-del-p/bona-prodotti-per-pulizia-e-manutenzione/art_list.jsp?&categoryKey=20076

http://www.perpulire.it/IT/prodotti-pulizia-professionale-online/detergenti/trattamenti-speciali/parquet/

 

 

 


, , , , , , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *