Come fare

Come rimuovere incrostazioni da bruciato da padelle e teglie da forno

12 Nov , 2015   -   di

padella-sporca-di-bruciatoI forni di oggi, è risaputo, si “autopuliscono” attivando un’apposita funzione, ma come si fa con pentole, padelle e teglie incrostate?

Se dopo una sessione di cucina ci ritroviamo con padelle incrostate e bruciacchiate o se abbiamo dimenticato di ricoprire la leccarda con uno strato di carta da forno o di alluminio, di metodi di pulizia ne troviamo almeno 6!

1. Il primo che possiamo prendere in considerazione è quello del bicarbonato di sodio, lasciato agire per circa mezz’ora nella teglia che deve essere bagnata, per far sì che la polvere attecchisca bene. Dopo trenta minuti, sarà sufficiente passarci la spugnetta abrasiva verde per eliminare ogni traccia d’incrostazione.

2. Alcuni invece riempiono la teglia o padella con acqua e perborato, la mettono sul fuoco, e lasciano bollire il tutto per circa dieci minuti. Dopodiché, attendono che l’acqua si raffreddi e lavano con del normale detersivo per i piatti.

3. Ci sono poi quelli che si affidano ai metodi “naturali” della nonna, utilizzando patate o pomodori, a seconda che debbano eliminare ruggine e macchie (patata) o soltanto ruggine (pomodoro). Per quanto riguarda il primo metodo, la patata va spaccata a metà e la parte tagliata va immersa in un detergente per i piatti. Dopodiché il lato con il detergente va strofinato sulla macchia o la ruggine che vogliamo eliminare. Alla fine è necessario risciacquare. Per quanto concerne il secondo metodo, anche il pomodoro va tagliato e poi il lato aperto va strofinato sulla ruggine da rimuovere. Il succo acido del pomodoro va lasciato agire per qualche minuto, prima di risciacquare e verificare che il problema sia risolto!

4. Altri, immergono le pentole, padelle o teglie nella vasca da bagno, riempiendola di acqua calda nella quale aggiungono mezza tazza di ammoniaca. Dopo circa trenta minuti procedono al lavaggio con spugna e un detersivo delicato .

5. Un’altra scelta potrebbe essere il vapore, efficacissimo per sbaragliare ogni fastidioso residuo.

6. Perché, infine, non provare con una paglietta imbevuta di latte? Lo sporco se ne va come per magia.

Provare per credere!


, ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *