Finiture

Come scegliere il parquet giusto per la tua casa

31 Gen , 2014   -   di

Il parquet è una pavimentazione di legno le cui caratteristiche possono variare — si va dal legno massiccio monostrato al legno multistrato, il classico parquet prefinito — e la sua diffusione è sempre più estesa nelle case moderne; questo accade perché il parquet è bello da vedere, è piacevole da utilizzare ed è una delle pavimentazioni più versatili che ci siano.
[Not a valid template]

Se anche tu stai pensando di installare il parquet a casa tua sicuramente ti starai chiedendo quale parquet è meglio scegliere per la tua casa e per quale motivo: in questo articolo potrai capire come scegliere facilmente il parquet giusto per la tua casa e non avrai più dubbi.

Il parquet può essere realizzato con vari tipi di legno: i più comuni sono il rovere, il wengé, il legno di olivo, il legno di noce, il tek o il legno di faggio. Proprio per questo motivo il parquet assume delle tonalità e delle texture finali che possono essere molto diverse fra loro; si va da toni caldi e pieni a tinte chiare ed eleganti, da texture più rustiche a texture più rifinite e lucide. Queste caratteristiche rendono il parquet particolarmente adattabile e ideale per ogni gusto e preferenza.

Il Tipo di Legno del Parquet

Come scegliere il tipo di legno del parquet? Questa pavimentazione può essere realizzata sia con legni morbidi sia con legni duri. Il legno morbido appartiene alla famiglia delle conifere ed è poroso; un esempio di legno morbido è il pino. Il legno duro è della famiglia delle latifoglie: alcuni legni duri sono la quercia, il tek, la betulla e il noce.

Legni più morbidi rischiano di rovinarsi più in fretta con l’uso, quindi vanno utilizzati in aree della casa usate di meno, come le camere. Legni più duri, invece, resistono meglio all’uso e sono ottimi per il salotto, per l’ingresso e per tutte le zone più trafficate; attenzione alle stanze dove è possibile che ci sia umidità, ad esempio il bagno e la cucina, perché il legno e l’umidità non vanno d’accordo — soprattutto se è legno morbido. In ogni caso è possibile trattare il legno con sostanze idrorepellenti in modo da poter utilizzare liberamente il parquet in tutta la casa.

Il consiglio è quindi quello di scegliere diversi tipi di parquet a seconda delle stanze della casa dove è necessario posizionarlo; in questo modo si può trarre il meglio dal parquet e ci si assicura di farlo durare più a lungo grazie alle proprie scelte oculate e informate.

La Tonalità del Parquet

Per scegliere la tonalità migliore per il parquet conviene considerare gli spazi in cui vuoi metterlo e basarti sui colori dei mobili e delle pareti e sullo stile generale. Un parquet lucido scuro è molto elegante e si adatta a stanze con mobili barocchi dallo stile vintage, mentre un parquet opaco chiaro è più casual e informale ed è perfetto per un soggiorno moderno con pareti colorate.

L’Installazione del Parquet

Una volta scelto il tipo di legno e la tonalità del parquet è importante pensare anche alla facilità di installazione: se te ne occuperai tu ti converrà scegliere un parquet che si può stendere facilmente, senza bisogno di particolari competenze; se invece hai intenzione di assumere qualcuno per farlo potrai pensare anche a parquet più complicati da installare.

Dopo aver preso in considerazione tutti questi fattori è arrivato il momento di fare la scelta del parquet: è impossibile dare dei consigli che vadano bene per chiunque, perché ognuno ha un determinato stile e abita un certo tipo di ambiente. Ecco perché si parte da consigli generali per arrivare nello specifico, facendo una scelta informata.
[Not a valid template]


, , , , , , , , , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *