Elettrodomestici

Come scegliere il ventilatore: a soffitto, da tavolo o a piantana?

24 Giu , 2014   -   di

Come scegliere il ventilatore: a soffitto, da tavolo o a piantana?

Per quanto snobbato e considerato obsoleto il ventilatore si conferma ogni anno uno degli elettromestici stagionali più venduti, attestandosi spessissimo, in concomitanza con l’arrivo improvviso dell’afa, come l’articolo che scompare con maggiore velocità dagli scaffali dei rivenditori.

I ventilatori oggi in commercio presso la grande distribuzione sono senza dubbio uno degli articoli più econonici, sia dal punto di vista dell’effettivo costo, che da quello del consumo energetico,sul quale riescono ad essere largamente competitivi rispetto ai più costosi  e funzionali climatizzatori.

Scegliere un ventilatore non è difficile, tutt’altro. Partendo dal presupposto che il ventilatore non raffredda l’aria ma la sposta, creando comunque una sensazione di generale refrigerio, non ci resta che disporre di qualche coordinata, come ad esempio le dimensioni della stanza in cui si lo si vuole utilizzare, la temperatura che quella stanza è in grado di raggiungere nelle ore di caldo più intenso, e la possibilità di una minima installazione personalizzata.

E’ questo ad esempio il caso dei ventilatori a soffitto, per la cui installazione sarebbe preferibile qualche basilare competenza tecnica. Il ventilatore a soffitto dispone di pale molto grandi, caratteristica che permette un rapido raffreddamento di ambienti estesi, grazie a un motore potente e a un orientamento che favoriscono lo spostamento dell’aria rinfrescata dall’alto verso il basso in maniera costante e uniforme. E’ generalmente provvisto di una plafoniera, dovendo necessariamente sostituirsi al classico lampadario. Un pratico telecomando (non previsto sulla fascia primo prezzo) permette inoltre di gestire comodamente dal letto o dal divano velocità delle pale e accensione/spegnimento della plafoniera.

Il prezzo di un buon ventilatore a soffitto generalmente oscilla tra 80 e 200 euro, ma garantisce sicuramente delle prestazioni superiori rispetto ai più comuni ventilatori a piantana e da tavolo. Questi ultimi hanno infatti dimensioni delle pale assai più contenute (ma se ne trovano in commercio anche di dimensioni considerevoli), il che li rende adatti a piccoli ambienti, e possono assicurare soltanto un modesto ricircolo dell’aria, a causa dell’orientamento delle pale e dell’altezza dal pavimento.

Il prezzo di un ventilatore da tavolo o a piantana oscilla tantissimo, dai 10 euro scarsi dei soliti marchi usa e getta, agli oltre 100 per gli articoli più solidi e potenti.



Un commento

  1. Cinzia ha detto:

    Io con il ventilatore da soffitto ho svoltato. Non credevo potesse essere così efficace. In camera da letto e meglio dell’aria condizionata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *