Come fare

Come scegliere la ditta per un trasloco

12 Mar , 2014   -   di

Arriva per tutti, prima o poi, un momento tanto temuto: il trasloco. L’ebbrezza di trasferirsi un una nuova casa può essere offuscata dallo stress di dover, in tempi minimi, impacchettare tutto, scongiurando possibili danni, smontare e rimontare i mobili, con il timore di un esito finale perfetto, e spendere una non trascurabile somma di denaro.

Affidarsi ad una ditta specializzata, che si occupi degli aspetti pratici e burocratici, è sicuramente un’arma vincente, ma non rivolgetevi alla prima che compare sull’elenco del motore di ricerca. Giocate d’anticipo e contattate varie aziende, minimo tre, almeno un mese prima, così da poter confrontare i preventivi e da poterne vagliare, con serenità, la serietà, la professionalità e la competenza.

Per prima cosa accertatevi di avere fra le mani un preventivo scritto e ben dettagliato, che tenga conto della distanza chilometrica, dei volumi da trasportare, dell’agibilità dell’appartamento, del piano in cui è posto, dell’esistenza o meno dell’ascensore e, nel caso sia presente, della capienza di quest’ultimo. In alcuni casi è indispensabile ricorrere ad un elevatore esterno.

Diffidate di una ditta che, prima di effettuare un’offerta economica, non effettui un sopralluogo, perché solo tramite esso è possibile stilare un preventivo esaustivo e affidabile.

Verificate le clausole assicurative riguardanti i vari oggetti, affinchè ne coprano l’eventuale danneggiamento o smarrimento in fase di spostamento: alcune sono obbligatorie per legge, altre sono discrezionali. Se possedete pezzi di valore non potete certo accontentarvi di un risarcimento sulla base del peso, ma sarà più opportuno assicurarli a parte.

Infine, privilegiate ditte che dispongono di personale dipendente e con regolare assunzione, rispetto a quelle che si rivolgono ad operai pagati a giornata. Avrete la sicurezza di avere a che fare con veri professionisti del mestiere.

Ricordate che, tramite un costo aggiuntivo, potete usufruire di ulteriori servizi, ossia acquistare il materiale per l’imballaggio o affidare a loro l’intero onere dell’inscatolamento.

Per quanto concerne il prezzo, esso, di solito, varia in base al periodo dell’anno: le vacanze sono considerate alta stagione, mentre, in altri mesi, vi sarà possibile approfittare di eventuali sconti.

Il passaparola è sempre un buon criterio di selezione, se vostri amici o conoscenti vi consigliano una ditta dalla quale hanno avuto un servizio impeccabile, senza dubbio vi sentirete più tranquilli nell’affidarvi ad essa.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *