Come fare

Come tenere in ordine l’armadio: 6 piccoli consigli per il miglior risultato

15 Lug , 2014   -   di

Come tenere in ordine l’armadio: 6 piccoli consigli per il miglior risultato

Quante volte ci sarà capitato di cercare per giorni o per settimane intere una camicia, una cravatta o quel capo al quale eravamo particolarmente legati? E quante volte un indumento che quasi non ricordavamo più di avere è saltato fuori all’improvviso dalle profondità buie di un cassetto o di un ripiano del nostro disordinatissimo armadio?

Tenere in ordine l’armadio sembra facile, eppure spesso e volentieri, a causa della pigrizia e dei ritmi serrati della nostra vita, iniziamo a trascurarne l’organizzazione, con il risultato di trasformarlo in qualcosa di molto simile alla bancarella del mercatino sotto casa, con una montagna di vestiti sgualciti e posti alla rinfusa.

Le regole da seguire per tenere in ordine l’armadio non cambiano, sia nel caso in cui il guardaroba in questione sia soltanto nostro, sia nel caso in cui venga condiviso.

Vediamo cosa fare nel dettaglio:

  • Liberarsi o mettere da parte tutti quei vestiti che per varie ragioni non utilizzeremo mai più. Questo ci aiuterà a ricavare dello spazio in più da utilizzare per riporre ciò che veramente ci serve.
  • Raggruppare gli indumenti a seconda della tipologia: le camicie con le camicie, i maglioni con i maglioni, e così via, giusto per essere chiari.
  • Scegliere, per ciascuna tipologia di indumento, una collocazione appropriata, che tenga conto della frequenza con cui lo indossiamo, e che ne assicuri al contempo una corretta posizione. Certi vestiti, come ad esempio i maglioni e le t-shirt, possono tranquillamente essere piegati e riposti dentro un cassetto mentre altri, come le giacche, le camicie, le gonne e i pantaloni in genere, dovrebbero invece essere appesi con delle grucce. Appendere un abito, per quanto banale possa sembrare, è un’operazione di fare con cura, scegliendo di volta in volta delle grucce che si adattino quanto più possibile alla sua forma, in maniera tale da evitare che nel tempo si vengano a creare pieghe o stropicciature difficili da eliminare anche dopo un passaggio in lavatrice. Le grucce più larghe saranno ottime per giacche, giacconi e cappotti, quelle più sottili potranno sostenere agevolmente camicie e abitini leggeri, mentre quelle rette e con gli appositi mollettoni di sostegno ci permetteranno di riporre al meglio pantaloni e gonne.
  • Proteggere gli indumenti più preziosi ricoprendoli con dei copriabiti su misura, o in alternativa rivestendoli con delle pellicole trasparenti che possono essere acquistate in varie misure nei supermercati.
  • E’ sempre meglio evitare l’uso, all’interno del nostro armadio, di deodoranti a lento rilascio, in quanto l’aroma che si diffonde potrebbe impregnare i vestiti obbligandoci a ricorrere a un trattamento professionale in lavanderia.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *