Casa Green

Con l’Aerogel il cappotto interno è conveniente come quello esterno

3 Ott , 2014   -   di

Cappotto termico

L’Aerogel è un materiale isolante con uno spessore inferiore di quattro volte a quello degli altri materiali usati allo stesso scopo. Ideale quindi per il cappotto termico interno che consente un notevole risparmio energetico e riduzione dei costi di riscaldamento e climatizzazione della casa.

Quando si parla di isolamento termico, è quasi d’obbligo pensare al cappotto, ovvero quel tipo di rivestimento che viene adottato al fine di migliorare l’efficienza energetica degli edifici. Di fatto il cappotto termico  pone riparo ai difetti strutturali che consentono all’aria, calda o fredda, di circolare liberamente all’interno degli edifici, annullando rapidamente i vantaggi portati dai sistemi di climatizzazione e riscaldamento. Al riguardo va peraltro ribadito con forza, che diventa praticamente inutile ricorrere a dispositivi ad alta efficienza, se poi i risparmi assicurati da una gestione più accorta del microclima, vengono annullati dagli spifferi dei ponti termici. I ponti termici sono quei punti in cui si condensa ad esempio l’aria fredda nel corso dell’inverno, a causa di difetti di progettazione dell’edificio o di altro genere.

Proprio per annullare i deleteri influssi dei ponti termici, l’intervento più gettonato è quello dell’istallazione del cappotto termico, ovvero la coibentazione delle superfici. Il cappotto termico può essere interno o esterno e tra le due soluzioni, gli addetti ai lavori dichiarano senza indugio la loro preferenza per quello esterno. Il motivo di questa preferenza risiede soprattutto nel fatto che adottando la coibentazione interna, si andrebbe a ridurre la superficie calpestabile, con palese danno alla valutazione complessiva dell’immobile sottoposto ai lavori.

Spesso però il cappotto termico esterno è reso impossibile da vincoli architettonici o paesaggistici, oppure da regolamenti condominiali che vietano espressamente questo tipo di intervento. Limiti che rendono necessario il cappotto interno, per il quale  negli ultimi anni si è andata affermando una soluzione, l’Aerogel, in grado di ovviare alla riduzione di superficie calpestabile.
L’Aerogel è una sostanza gelatinosa originariamente utilizzata in ambiti come quello aerospaziale e navale, dove sono molto apprezzate le sue doti di bassa conducibilità termica. L’abbassamento dei suoi costi di produzione ne ha reso possibile l’impiego anche come isolante e in questa veste il suo maggior vantaggio è uno spessore inferiore di ben quattro volte a quello degli altri materiali usati allo stesso scopo. Caratteristica questa che si unisce alla facilità di messa in posa e alla drastica riduzione dei tempi di lavorazione. Per tutti questi motivi l’Aerogel si può considerare un prodotto estremamente concorrenziale anche rispetto ad esempio alla lana di roccia.
Va infine ricordato che il cappotto termico in Aerogel ha una notevole durata nel tempo, tanto che si calcola che in un arco di 60 anni perda appena il 2% delle sue proprietà.
Per tutti questi motivi riteniamo che l’Aerogel sia davvero una valida alternativa al cappotto esterno.


, , ,


Commenti chiusi.