Come fare

Considerazioni da fare prima di organizzare un trasloco

9 Mag , 2014   -   di

Se il giorno X è ormai deciso, ossia sapete quando dovrete traslocare, non fatevi prendere dal panico, pur nella consapevolezza che vi sarà richiesto impegno, dispiego di energie e organizzazione quasi militare, fin da alcuni mesi prima.

Ovviamente, prima elaborate un piano strategico e prima iniziate a porlo in opera, minori saranno le difficoltà e migliori i risultati finali. Perciò non perdete tempo prezioso e mettetevi all’opera!

Per prima cosa, ricordatevi di disdire il vostro eventuale contratto di locazione, di solito le norme contrattuali prevedono l’invio di una raccomandata di avviso tre mesi prima.

Preoccupatevi, poi, di saldare le bollette dei precedenti allacci di acqua, luce, gas e telefono e di provvedere ad aprine di nuovi, presso l’abitazione che andrete ad occupare. Non pensiate, ingenuamente, di poter sbrigare tali pratiche nel corso di una giornata!

Circa dieci giorni prima, è opportuno trasferire la corrispondenza, comunicando a chi di dovere il cambio di indirizzo.

Ed eccoci giunti al momento cruciale del trasloco: stilate una lista di ciò che ritenete necessario portare nella nuova casa, di ciò di cui volete, invece, disfarvi e di ciò che intendete acquistare ex novo.

Nella fase dell’inscatolamento siate ordinati e schematici.

Chiedete presso il vostro supermercato di fiducia di mettervi da parte le scatole di cartone impiegate, in precedenza, per contenere le merci, o acquistatele in appositi set.

Scegliete scatoloni di formato medio, trasportabili agevolmente e non troppo pesanti (massimo 20 kg), chiudeteli con l’apposito scotch largo e di colore marrone, e non scordatevi di scrivere su di essi, con un pennarello scuro e a punta grossa, il contenuto.

Prestate particolare attenzione nell’imballare gli oggetti fragili, avvalendovi di fogli di pluriball e di giornale, in modo da colmare spazi vuoti e attutire eventuali colpi che potrebbero verificarsi durante il trasporto.

Per non rischiare di perderli, collocate a parte i documenti importanti.

Disponete le scatole, che man mano riempirete, nella stanza meno usata della casa e ricordatevi che gli oggetti di uso frequente ed indispensabile devono essere conservati per ultimi.

Questo compito vi pare troppo oneroso e non disponete del tempo necessario? Affidatevi serenamente ad una ditta specializzata e seria, che vi garantisca un servizio completo.

Se il vostro trasloco è piuttosto impegnativo e la situazione familiare è complicata dalla presenza di bimbi, di anziani non autosufficienti o di animali domestici, provvedete per tempo al fine di trovare per questi ultimi una sistemazione temporanea. In taluni casi può essere necessario chiedere un giorno di ferie e prenotare per una o due notti una camera presso un albergo.


Commenti chiusi.