Casa Green, Come fare

Consigli per risparmiare sulla bolletta della luce

14 Apr , 2014   -   di

Risparmiare anche con la Lampadina

La bolletta della luce è una costante poco gradita in ogni casa moderna. L’elettricità è una delle cose che consumiamo maggiormente e che, a causa dei recenti rincari, paghiamo sempre di più.  È possibile risparmiare sulla bolletta della luce? Certo, ma per farlo è importante seguire una serie di accorgimenti mirati che andranno ad abbassare l’importo della prossima bolletta. Niente paura: si tratta di azioni semplici e automatiche che possono però fare la differenza.

No alla Luce “Inutile”

La prima cosa da fare per abbassare la bolletta della luce è evitare ogni spreco e usare l’elettricità solo quando necessario. Un esempio? Luci accese in stanze che non si usano, apparecchi tecnologici in standby perenne, ma anche il frigo lasciato aperto più del necessario e un forno fatto scaldare a oltranza.

Ogni piccola cosa influisce sui consumi di elettricità e non aiuta a risparmiare; ecco perché è necessario che tutti gli sprechi vadano eliminati, adottando una mentalità più consapevole nei confronti dell’energia elettrica. Quello che si usa può stare acceso, quello che non si usa va spento. E lo standy va evitato a tutti i costi!

Sì alle Scelte Intelligenti

Ci sono degli elettrodomestici di ultima generazione che permettono di risparmiare sulla luce: ne sono un esempio il frigo, la lavastoviglie o la lavatrice classe A, ovvero la classe di efficienza energetica che indica ottime prestazioni e un basso consumo. Vale quindi la pena di spendere di più per un elettrodomestico di classe superiore, perché il costo sarà ammortizzato negli anni di utilizzo.

Lo stesso discorso va fatto per il tipo di lampadine utilizzate in casa; le lampadine fluorescenti a basso consumo sono le più indicate e dovrebbero sostituire le lampadine ad incandescenza, che consumano molto di più e durano anche di meno.

Sì alla Consapevolezza

La consapevolezza gioca un grande ruolo nella bolletta della luce. Sì, perché sapere quali sono i comportamenti più “spreconi” e quali sono invece quelli virtuosi aiuta sicuramente a orientarsi meglio nelle proprie scelte di vita; così come leggere bene la propria bolletta della luce e verificare con la propria compagnia di fornitura di energia elettrica se ci sono delle tariffe particolari in base agli orari.

Ci sono infatti delle soluzioni che permettono di spendere meno durante determinate fasce orarie, ad esempio la sera e i weekend, e andrebbero studiate bene per capire quando è meglio fare la lavatrice, cucinare quella torta in forno o usare la macchina del pane.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *