Come fare

Detersivi fai da te: 4 ricette per pulire casa con rimedi naturali

9 Apr , 2013   -   di

Al giorno d’oggi siamo abituati a trovare in commercio tutto l’occorrente per far brillare le nostre superfici domestiche ma se amate il fai da te e l’autoproduzione è uno dei vostri hobby preferiti, sappiate che seguendo alcune antiche ricette, che di certo le vostre nonne conoscono benissimo, è possibile ottenere in casa un pulito perfetto affidandosi a rimedi naturali. I migliori alleati in questo frangente sono l’aceto, il bicarbonato e l’acido citrico.

Ecco alcune ricette per ottenere detersivi fai da te, facilmente producibili tra le mura di casa.

1# Spray al bicarbonato

In poche mosse potete ottenere un detergente ecologico ed ecosostenibile adatto per la pulizia del piano da lavoro della cucina, del forno, del frigorifero, del lavandino e dei vetri. È sufficiente mescolare ½ litro di acqua distillata e 50 grammi di bicarbonato di sodio, agitare bene e inserire tutto in uno spruzzino.


APPROFONDISCI: scopri idee e consigli per rendere la tua casa sempre più green


2# Detersivo per pavimenti e piastrelle

Per la pulizia di pavimenti polverosi e piastrelle unte, sulle quali sporco e grasso si sono accumulati, non c’è niente di meglio che una soluzione di aceto e acqua:  per ottenere il nostro detersivo per pavimenti sarà sufficiente disciogliere la quantità di aceto contenuta in una tazzina da caffè in circa 5 litri di acqua. Ottimo per sgrassare le superfici, funge allo stesso tempo anche da anti-calcare.

3# Crema detergente

Amalgamando in una ciotola pochi ingredienti è possibile creare un composto perfetto per la pulizia di sanitari e pentole incrostate. Occorre un cucchiaio di bicarbonato, due gocce di detersivo per i piatti (preferibilmente biologico); alcune gocce di olio essenziale al timo o al bergamotto e acqua quanto basta. Mescolando gli ingredienti, facendo attenzione a non eccedere con l’acqua, si ottiene un composto dalla consistenza simile allo yogurt, ottimo per pulire le superfici dallo sporco più resistente, grazie all’azione abrasiva dei microgranuli di bicarbonato e alle proprietà antibatteriche dell’olio essenziale al bergamotto.

4# Oli per profumare gli ambienti

Per profumare l’ambiente domestico, gli oli essenziali sono una validissima alternativa ai deodoranti tradizionali, inoltre, a differenza dei normali deodoranti che si limitano a coprire gli odori sgradevoli, purificano l’aria. Per un litro di olio essenziale al limone occorrono: 400 ml d’olio extravergine d’oliva; 400 ml d’olio di mandorle; le bucce asciugate di 10 grossi limoni. Versate in un barattolo di vetro sterilizzato i due tipi di olio, aggiungete le bucce e lasciate riposare per 40 giorni. Aprite e spremete bene le bucce di limone, richiudete e lasciate riposare altri 10 giorni. Aprite e spremete nuovamente le bucce un’ultima volta. Filtrate il tutto e avrete il vostro olio per profumare gli ambienti.

Fonti: Tuttogreen, Eco.


, ,


Un commento

  1. Jessica Serioli ha detto:

    Carino e senza fatica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *