Elettrodomestici

Forno a microonde: cosa bisogna sapere prima di comprarne uno

8 Lug , 2014   -   di

Forno a microonde: tutto quello che c’è da sapere prima di comprarne uno.

Il forno a microonde è un piccolo elettrodomestico che soltanto ultimamente è riuscito a ritagliarsi uno spazio all’interno delle cucine italiane, avendo per anni contribuito suo malgrado ad alimentare un dibattito in merito a presunti studi che, pare, ne documentassero l’effetto nocivo sui cibi.

Sebbene il suo utilizzo non sia tuttora ben visto da tante famiglie, è anche altrettanto vero che sempre più spesso il forno a microonde viene inserito in uno spazio studiato apposta sulle cucine di svariati costruttori.

Ma a cosa serve esattamente questo forno? Le sue funzioni possono essere sommariamente riassunte in 3 principali, ovvero la cottura dei cibi, il riscaldamento postumo di cibi già cotti, e la capacità di scongelare rapidamente, nel giro di pochissimi minuti, gli alimenti appena tirati fuori dal freezer.

L’obiezione che spessissimo viene sollevata su questo sistema di cottura prende spunto dalla falsa credenza che delle radiazioni attraversino il cibo da parte a parte sottraendogli i princìpi nutritivi e il gusto. Nulla di più falso, ovviamente, dato che la cottura attraverso le microonde si basa sull’utilizzo dei grassi presenti negli stessi alimenti, che vengono rapidamente surriscaldati accelerando il processo. Nessuna sottrazione, quindi, e soprattutto nessuna contaminazione.
Ovviamente non tutti i cibi possono essere inseriti dentro al forno a microonde e cucinati. E’ il caso, ad esempio, delle uova, che potrebbero scoppiare.  Allo stesso modo,  molti cibi provvisti di buccia o di pelle necessitano di essere forati con una forchetta, mentre altri potrebbero aver bisogno di essere rigirati e mescolati ad intervalli regolari per ottimizzarne la cottura. Quindi è sempre opportuno,  a prescindere dall’esperienza che abbiamo in cucina,  documentarci attentamente su quali siano le cose che possiamo effettivamente fare con questo elettrodomestico.
Un’altra questione che viene spesso posta all’attenzione è quella relativa al tipo di recipiente/contenitore che è possibile inserire dentro al microonde.  Negli ultimi anni, la gamma di contenitori espressamente realizzati per questo utilizzo è cresciuta tantissimo,  al punto che oggi è possibile trovare in qualsiasi supermercato persino i piatti di carta usa e getta appositamente concepiti per l’inserimento nel forno a microonde.  E’ ovvio però che supporti del genere sono da prendere in considerazione solo nelle cotture veloci, o nel caso in cui il cibo sia già stato cotto in precedenza e debba soltanto essere riscaldato.
In tutti gli altri i casi sono consigliati contenitori in pirex, in terracotta, e in ceramica.  Sono invece da evitare assolutamente l’acciaio inox e i metalli in genere, che potrebbero dar luogo a scintille, così come il legno. Tenere sempre a mente queste informazioni ci aiuterà anche dal punto di vista economico, evitandoci l’acquisto di piatti e pentolame non concepiti anche per l’utilizzo nei forni a microonde.

Zipel di Samsung, il forno intelligente che si programma dallo smartphone.

Attualmente sono disponibili sul mercato i cosiddetti forni combinati, che abbinano cioè la tecnologia delle microonde al sistema di cottura tradizionale,  a cui si aggiungono la possibilità di una cottura ventilata, il grill, la funzione di scongelamento automatico in base alle dimensioni dei cibi e, in alcuni casi, perfino la possibilità di cuocere a vapore tramite una vaporiera contenuta nella confezione.

E’ chiaro che il prezzo di un sistema multifunzionale di questo tipo sarà ben più alto (oltre 300 Euro per i prodotti più completi) rispetto ad altri ma, considerando l’ingombro effettivo (anche i forni più grandi da 30 lt sono piuttosto compatti) rapportato alla versatilità di utilizzo, si tratterà comunque di soldi ben investiti.
I migliori produttori sono De Longhi, Samsung, Smeg, Siemens, Electrolux,  Candy, LGPanasonic e Whirpool.


, ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *