Bagno

Guida alla scelta della vasca idromassaggio

23 Ago , 2013   -   di

Ormai rientrati dalle vacanze la nostalgia è tanta. Relax e divertimento si sono già trasformati in routine e impegno. Ma se volessimo ancora provare alcune delle sensazioni piacevoli delle vacanze, fra mare e piscina, perchè non valutare una vasca idromassaggio!

Il relax, il benessere che possono provenire dall’esperienza con l’idromassaggio, difficilmente possono essere compresi senza provarlo. E’ una sensazione avvolgente di rilassamento capace di riattivare e stimolare tutto il corpo. Se prima questo piacere era riservato ai più abbienti, ora, con i nuovi modelli e le tecnologie, queste sono rese disponibili a piccoli spazi, anche interni, e con buoni prodotti a prezzi non proibitivi. Possiamo affermare che l’idromassaggio, è uno fra gli attori principali della riqualificazione del bagno moderno in spa privato.

Tuttavia, l’acquisto di una vasca idromassaggio,  può anche tradursi in un sacco di grattacapi se una volta acquistata e installata, ci dovessimo rendere conto di aver scelto un prodotto di scarsa qualità. Cerchiamo di capire insieme quali accorgimenti, tecnologie e soprattutto quali componenti considerare per una l’acquisto di un prodotto di alta qualità. Scopri tutti gli aggiornamenti sulle vasche idromassaggio su BZCasa

 

Installazione vasca idromassaggio a pavimento

Sistemi ad aria, ad acqua o combinati.

Il massaggio con la tecnica “ad acqua” è dato dai getti che fuoriescono da bocchette poste sul bordo della vasca. Queste rilasciano un getto di acqua contente con bollicine d’aria. In dettaglio, vi è un aspiratore che prende l’acqua contenuta nella vasca per poi soffiarla e reimmetterla nella vasca stessa le bocchette. Viene così generato un massaggio tendenzialmente tonificante ed energico con temperature dell’acqua intorno ai 33-35°, e al contempo anche rilassante con l’acqua ad una temperatura vicina ai 37°.  Il getto idromassaggio più rilassante in assoluto è quello ad aria, dove i  getti emettono una miscela di aria con una quantità variabile di ozono. Questo getto, muovendosi da fondo della vasca verso l’alto, crea il tipo massaggio caldo e rilassante. Tanto da riuscire ad abbassare sensibilmente la pressione arteriosa della persona (a riguardo ne viene sconsigliato un uso per tempi prolungati ).

 

Installazione sopra il pavimento per interni o rialzato in giardino

La sicurezza

Il montaggio e l’installazione, hanno certamente il loro ruolo, ma altrettanto di qualità dovrà essere la componentistica del sistema elettrico fra cablaggi circuiti. Sconsigliamo i modelli con integrati sistemi tecnologici audio e video. Questi, seppur garantiti nella sicurezza, aggiungono complessità al sistema e possono far lievitare il prezzo finale dell’idromassaggio.

 

I filtri e le pompe

La filtrazione è probabilmente una delle cose più importanti da guardare quando si acquista una vasca idromassaggio.
Il sistema di filtrazione, infatti, è quello che, insieme alle pompe necessarie per la creazione dei getti,  svolge il lavoro dell’idromassaggio. Nel dettaglio filtra l’acqua da impurità e batteri. Dovrà essere quindi un sistema efficiente, con ricambi disponibili sia per quanto riguarda le parti meccaniche che per i materiali di consumo. In particolare le pompe e i filtri. Le pompe dovranno essere particolarmente silenziose e capaci di lavorare per tante ora al giorno. Pena avere l’acqua “stagnante”, con un considerevole aumento della carica batterica e conseguente sporcizia dell’acqua. I filtri come accennato dovranno essere possibilmente di tipo “universale” e non legati all’uso esclusivo con la marca dell’idromassaggio (questo ne aumenterebbe il prezzo).

Installazioni della vasca a forma tonda e rettangolare

Misure e Forme delle vasche

Valutate bene forma, misure e finiture estetiche. Sarà naturalmente capiente anche per permettervi di utilizzarla come una vasca normale (per fare il bagno senza getti), ma, se ne avrete la possibilità, scegliete un modello dove poter condividere il piacere col vostro compagno  o con tutta la famiglia. Per quanto riguarda la forma, ve ne sono di diverse, da quelle classiche rettangolari, a quelle quadrate, tonde o triangolari. Valutate gli spazi e optate per quella che si rende il più complementare con le forme del vostro bagno (ad es. quelli triangolari possono ravvivare un angolo inutilizzato).

Per ultimo che la vasca venga posizionata all’interno o all’esterno, cercate di coordinare le paresti esterne della vasca. Vi sono tantissime soluzioni, sia di colori che materiali, che vi permetteranno certamente di ottenere i giusti abbinamenti.

Le immagini appartengono alla collezione di vasche idromassaggio della Jacuzzi. Il Brand mondiale di maggior successo, tanto che in inglese, è sinonimo SPA e di vasca idromassaggio!

 

 


, , , , , ,


Un commento

  1. Giorgio Vantellini ha detto:

    Se cercate un sito dove acquistare delle vasche idromassaggio vi consiglio di controllare che abbiano la “detrazione fiscale” in quanto si va a pagare solo il 4% (se prima casa) o 10% di iva (per ristrutturazione), dunque risulta davvero un bel risparmio se si sta acquistando una bella vasca da 1000€ in su =)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *