Come fare, Decorazione

Guida all’acquisto di un tappeto vintage

12 Mag , 2015   -   di

tappeto-vintage-cinese-1930

“Se tutto fosse illusione e nulla esistesse? In questo caso avrei pagato decisamente troppo per il mio tappeto” avrebbe detto Woody Allen, e questo perchè non aveva letto la nostra guida all’acquisto di un tappeto vintage che vi chiarirà tutto, punto per punto, da quanto pagarlo al perchè acquistarlo.

tappeto-vintage

Prima di tutto parliamo di motivazioni: un tappeto,  come un quadro, può essere una vera opera d’arte, un elemento assolutamente distintivo e caratterizzante dell’arredamento, il punto focale di un ambiente o addirittura della casa, un pezzo unico, fatto a mano con perizia e amore, talmente particolare da non poter essere replicato. In questo caso quello che davvero volete è proprio un tappeto vintage, ovvero non industriale, tessuto dalle abili mani di artigiani e foggiato dal lento passare del tempo.
Per comprare un tappeto vintage, spesso ci troveremo a rivolgerci a privati ma anche a rivenditori specializzati o a case d’asta e antiquari.

Per l’acquisto perfetto abbiamo rivolto alcune domande ad operatori qualificati  del settore che ci hanno così indicato:

tappeto-vintage-studio

Quali sono le domande da fare al rivenditore?

Prima di tutto è utile acquisire i documenti, se presenti, risalenti al periodo in cui il tappeto è stato prodotto, alla sua zona di provenienza e ogni altra eventuale informazione, magari anche un expertise che ne attesti l’autenticità. Ad ogni modo, l’attenta osservazione della trama, del filato e del disegno vi darà sicuramente informazioni utili da verificare con calma prima di procedere all’acquisto.

tappeti-vintage

Come si può sapere se un tappeto è prezioso e di alta qualità? Cosa si dovrebbe controllare?

Come regola generale vale l‘unicità, ovvero se il tappeto è veramente unico, senza repliche dal disegno alla progettazione e realizzazione. Se si tratta davvero di un pezzo unico il suo valore può essere molto alto; le  minime imperfezioni invece non dovrebbero preoccuparci, in quanto gli danno personalità e carattere, così da renderlo un oggetto paragonabile ad una vera opera d’arte.

tappeto-vintage

Come si può distinguere un vero tappeto vintage da una replica fatta ad arte?

Ci si può trovare di fronte a pezzi fatti appositamente per sembrare vintage ed unici, ma un’ attenta ed accurata analisi della struttura, della trama e dei fili di ordito, può ragionevolmente darci sicurezza sulla natura del pezzo, che deve presentare piccole imperfezioni tipiche della lavorazione manuale, mentre il manto, la parte esterna, è  distinguibile grazie all’apertura completa della fibra e alla sua lucentezza, dovuta anche all’uso. Naturalmente una perizia da parte di un esperto è la pratica risolutiva, specialmente a fronte di un acquisto importante.

tappeto-vintage-cameretta

Quali imperfezioni sono indice di autenticità?

Oltre ciò che abbiamo già detto, è importante l’ossidazione dei colori che è peculiare nei pezzi più antichi.

tappeto-vintage-sala-da-pranzo

Perchè scegliere un tappeto vintage?

Non siamo abituati a considerare i tappeti come parte integrante del patrimonio familiare, invece sono una fonte di investimento interessante e possono dare un carattere assolutamente unico ai nostri ambienti, senza nulla togliere ai tappeti moderni ed industriali da utilizzare nelle zone di maggior usura e da contrapporre a quelli vintage, così da creare un piacevole contrasto coniugando comodità ed amore per il bello.


,


Commenti chiusi.