Accessori, Soggiorno

Idee economiche per rinnovare il soggiorno: il copridivano

6 Set , 2013   -   di

Copridivano easticizzato con copricuscino

Fra le ultime invenzioni, certamente più utili e convenienti, per rinnovare il soggiorno o per restituire il lustro iniziale al nostro salotto,  vi è sicuramente il copridivano e in particolare tutti i copridivani elasticizzati e modellabili. Soprattutto nelle nostre case, dove l’avere una stanza tutta da adibire alla sola cucina è un lusso per pochi, gli ambienti del soggiorno, del salotto e della cucina, vengono sintetizzati in un’unica soluzione salone-cucina. Il divano, quindi, assume oggi il ruolo di arredo fulcro e più sfruttato di tutto il salotto, sul quale necessariamente trascorriamo gran parte del poco tempo libero in casa. Di conseguenza poltrone e divani rischiano di mostrare troppo precocemente segni di usura e logorio di tessuti e materiali.

Vi auguriamo di poterne comprarne di nuovi ogni anno. Nel caso scegli il divano con BZCasa. Ma se così non fosse, scopri di seguito i nostri consigli sul copridivano.

Il copridivano un nuovo tocco di colore in soggiorno

Il copridivano, grande amico della casa, permette nel poco tempo necessario per installarlo (poco più di una decina di minuti) di rinnovare divani e poltrone e ravvivare con una sola mossa tanti degli elementi caratterizzanti l’estetica del soggiorno: l’aspetto dato dai nuovi colori, l’ordine e la pulizia generale, nonchè la gradevolezza e la pulizia dei tessuti nuovi che rimedieranno in maniera definitiva all’usura generale dell’arredo .

Il copridivano, soprattutto nelle versioni più modellabili, ossia con estremi elasticizzati o addirittura con inserti di strutture rigide, riesce a plasmarsi perfettamente alla stragrande maggioranza dei divani. Alla pari di una ristrutturazione professionale, ma con un budget certamente molto più leggero, possiamo quindi con un solo gesto ridare una luce nuova al nostro salotto.

Ve ne sono di tanti colori, tessuti, e conformabilità al nostro modello di divano. Quest’ultimo aspetto, non è assolutamente da tenere in secondo piano, anzi! cerchiamo di evitare i  modelli non adatti al nostro sofà, sia per dimensioni che per taglio.  Infatti, il primo monito che vogliamo dare è di evitare modelli che rimangono poco aderenti alle linee del divano. Il tessuto dovrà aderire e ricoprire il vecchio tessuto come una seconda pelle.  Se così non fosse, braccioli e seduta in particolare, apparirebbero scomodi e disordinati con i vari “sbuffi” di tessuto in eccesso, dimostrandosi come un qualcosa di posticcio e dozzinale. Da evitare assolutamente.

 

Diversi modelli e fantasie per il copridivano e copricuscini

 

I copridivani: modelli stili e colori

Le soluzioni migliori, come ad esempio quelle proposte da Gabel, Zucchi, Bassetti e Caleffi (visibili nella gallery sotto), offrono tutta una serie di scelte e opportunità che ci permettono di vestire al meglio il nostro divano scegliendo il modello su cui applicarsi: si potrà scegliere il numero di posti della seduta, le diverse forme tra angolari, lineari  o con penisole, fino ai modelli ad hoc per divani moderni (seduta ampia, linee tese e braccioli squadrati), o più confacenti ai modelli classici (linee curve e braccioli ampi e tondeggianti).

Come accennato, alcuni prevedono anche il supporto di elementi rigidi (piccoli segmenti di tubi) che, sistemati sotto i cuscini fra lo schienale e la struttura rigida del divano, permettono di tesare perfettamente il tessuto del copridivano, facendo apparire il divano quasi come al ritorno del tappezziere. Alcuni invece offrono una soluzione più leggera che, pur aderendo al tessuto, si limita a coprire le zone di maggior utilizzo (seduta, schienale e braccioli).

Visualizza  la gallery per modelli e colori di copridivano e copricuscini che abbiamo scelto per te:

 

[Not a valid template]

 

Tirando le somme, il nostro consiglio è di optare per i modelli di copridivani elasticizzati, dove possibilmente vi sia una struttura che non si vada a coprire con uno stesso telo sia la struttura che i cuscini, bensì che preveda una struttura separata, in modo da definire al meglio gli elementi del divano e riproporre un rivestimento che rispecchi il più possibile lo stile originario.

Infine, per ottenere la massima praticità, badate che il copridivano sia lavabile e possibilmente a seguito di lavaggio non richieda stiratura (questo in genere è garantito dai tessuti più elastici). Dovrà quindi essere facilmente smontabile e rimontabile, e con un livello di qualità tale da assicurare, anche una volta lavato, colori brillanti e l’originaria vestibilità di applicazione al vecchio divano.

_____________________________________________________________________________________

 


, , , , , , , ,


Un commento

  1. Giovanni Venturini ha detto:

    Oggi i copridivani si fanno su misura allo stesso prezzo di un copri divano elasticizato.
    C'è un sito che è http://www.coverissimo.it che produce rivestimenti su misura per divani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *