Altri ambienti, Arredamento e design, Arredi e complementi

Idee per arredare un piccolo ingresso

17 Set , 2014   -   di

Arredare un piccolo ingresso

Come arredare un ingresso piccolo? Date le dimensioni ridotte di questi spazi, spesso si tende a sottovalutarne l’importanza. Eppure basta pochissimo per renderlo accogliente e luminoso. Piccoli tocchi ad arte e il gioco è fatto.

L’ingresso è il biglietto da visita della casa. Quasi come il saluto quando si incontra una persona, giusto per farsi un’idea; uno snodo cruciale per ogni abitazione e su cui occorre, dovendo dargli forma, focalizzare l’attenzione. E’ anche vero che ultimamente, in linea con l’esigenza di una ottimizzazione estrema degli spazi, questo ambiente risulta sempre più relegato a un ruolo marginale, talvolta addirittura “dissolto” nel più ampio soggiorno.  Tuttavia, in tutti quei casi in cui la metratura lo permette, sarebbe meglio se l’ingresso mantenesse inalterata la sua vocazione originaria.

Appendiabiti Hang It All, Vitra

Andiamo con ordine. Abbiamo già visto che l’ingresso ha il compito di ricevere chi entra, cioè l’ospite. E’ importante quindi che sia prima di tutto accogliente.  Per chi invece in quella casa ci abita, è  il luogo dove si lasciano le borse, i cappotti, le giacche, le chiavi. Se lo spazio a disposizione lo consente, è possibile ipotizzare la presenza di scarpierearmadi, appendiabiti (nell’immagine sopra l’appendiabiti di design Hang it all di Vitra), cassapanche, portaombrelli. Utilissimi anche i piccoli contenitori, o svuotatasche, nei quali riporre chiavi, monete, e in genere tutti quegli oggetti senza una specifica collocazione che quotidianamente ci accompagnano.

Una volta chiarita la funzione dell’ingresso, è importante capire in che modo arredarne uno di dimensioni contenute.

Ingresso in stile nordico

Ingresso in stile nordico

Un primo escamotage utile per due scopi è l’inserimento strategico di uno specchio. Questi oggetti, da sempre molto usati sulle pareti dell’ingresso, sono in grado di allargare gli spazi, pur non venendo meno alla loro funzione principale, quella di fornirci un ultimissimo scorcio del nostro aspetto prima di varcare la soglia.  Più lo specchio è grande, maggiori saranno le dimensioni percepite. Uno specchio di forma particolare (magari irregolare) o con una cornice colorata catalizza su di sé ogni sguardo, contribuendo a dare un’impronta particolare e un respiro più ampio anche ad ambienti ristretti.

Idee per l'ingresso di casa

Ci sono anche altri elementi in grado di vivacizzare l’ambiente, rendendolo caratteristico e accattivante. L’illuminazione, ad esempio, necessaria e allo stesso tempo occasione irrinunciabile per spostare l’ago della bilancia in nostro favore. Una buona illuminazione potrà essere a muro o a soffitto, a seconda delle scelte personali e dell’effettiva realizzabilità. L’importante è che dia luce in abbondanza, eliminando di fatto quel senso di oppressione (tipico di molte case) che mette a disagio al solo passaggio. Ovviamente, come per qualsiasi altro ambiente piccolo e privo di una esposizione diretta alla luce naturale, si suggeriscono sempre colori chiari alle pareti il cui effetto, in armonia con l’illuminazione, farà del nostro ingresso uno spazio caldo, rilassante e allegro.

Piccolo ingresso

Appendiabiti Droog design, Soft knob

Come accennato prima, e fermo restando come criterio di base la vocazione anche utilitaristica dell’ingresso di casa, ben vangano accessori d’arredo come cassapanche, scarpiere o piccoli armadi. A questi ultimi, in particolare, sarà delegata la funzione di accogliere in maniera razionale tutti quei capi di abbigliamento (cappotti, giacconi, cappelli, sciarpe) spesso depositati disordinatamente sugli appendiabiti  (nell’immagine sopra l’appendiabiti Soft knob di Droog design) con un effetto estetico tutt’altro che piacevole.

Mensole Corniches, Vitra

Infine, se vi piace l’idea, si possono inserire altri elementi allo stesso tempo funzionali e poco ingombranti, come le mensole colorate (nell’immagine sopra le mensole Corniches di Vitra) su cui appoggiare oggetti di uso quotidiano o suppellettili decorativi.

A nostro avviso, anche in questo caso,  la chiave vincente è la semplicità, la pulizia delle linee e soprattutto la luce.

 


,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *