Arredamento e design

Il Bar Luce della Fondazione Prada a Milano come il Gran Budapest Hotel

5 Mag , 2015   -   di

Fondazione-Prada_La-distilleria

Milano ha deciso di stupire, e dopo l’inaugurazione della grande fiera internazionale , ci regala un altro motivo per esplorare questa splendida città, proponendo l’ apertura (il 9 maggio), ad opera della Fondazione Prada, del Bar Luce. Si tratta di un bar ideato da Wes Anderson e inequivocabilmente ispirato alle atmosfere oniriche del  suo film  “Grand Hotel Budapest “, scelto come film d’apertura della 64ª edizione del Festival internazionale del cinema di Berlino aggiudicandosi il Gran premio della giuria.

Bar-Luce-Fondazione-Prada

La grande casa di moda Prada  ha individuato un complesso di edifici risalenti all’inizio del secolo scorso e precedentemente adibiti a distilleria,  nella zona di Milano Sud , più precisamente in Largo Isarco. Il complesso è  articolato in sette edifici preesistenti, a cui sono stati aggiunti tre nuovi spazi espositivi armoniosamente inseriti nel recupero delle strutture originali grazie al lavoro di Rem Koolhaas, per ricreare un ambiente nuovo, moderno e del tutto particolare: la nuova sede della Fondazione Prada.

Bar-Luce-Fondazione-Prada-

Si tratta certamente di un progetto ambizioso, sviluppato su area di circa 19mila metri quadri, nei quali troveranno posto gli edifici del Cinema, del Podium e della Torre. Lo spazio da subito ospiterà  tre rassegne d’arte ispirate e curate dalla Fondazione Prada;  si aggiungeranno inoltre le opere di Louise Bourgeois nella Haunted House al centro del complesso, e la proiezione del documentario concepito per la Fondazione da Roman Polanski appositamente per il grande schermo del Cinema.

La perla racchiusa in questa grande area sarà il Bar Luce concepito insieme al regista americano Wes Anderson, recentemente alla ribalta con il Grand Budapest Hotel.

Il locale bar è situato nell’edificio che accoglie i visitatori ed è stato previsto per soddisfare le esigenze di ristorazione veloce ma senza compromessi con la qualità, tanto che la Fondazione Prada ha deciso di tenerne internamente la gestione.

Macchina-del-caffe-Bar-Luce-Milano

Il design è un connubio di influenze retrò traslate nella moderna concezione degli spazi; unisce le atmosfere della Galleria Vittorio Emanuele per quanto riguarda le decorazioni delle pareti e dei soffitti, e omaggia i grandi bar milanesi cari al  cinema italiano degli anni Cinquanta e Sessanta con continue citazioni iconografiche di opere assolute come Miracolo a Milano di Vittorio De Sica e Rocco e i suoi fratelli di Luchino Visconti.

Bar-Luce-Fondazione-Prada

caramelle-al-Bar-Luce
Riequilibrano il tutto le strutture in acciaio a vista, le vetrate ampie e scenografiche, i  tavoli e le sedie in formica in colori pastello, vecchi biliardini e un grande bancone in stile anni cinquanta su cui troneggiano i classici barattoli di caramelle e bon bon, appena di fronte alla macchina per il caffè.

Bancone-Bar-Luce-Prada

Il bar Luce potrà vantare una ristorazione d’eccellenza per tutti i momenti della giornata, dalla colazione arricchita dei dolci della pasticceria Marchesi,  al pranzo con stuzzichini , salumi tipici , sott’oli e proposte gourmet, fino ad arrivare  all’aperitivo del tardo pomeriggio.

Bar-Luce-Fondazione-Prada-1

Wes Anderson ha voluto fortemente che il locale possa comodamente essere vissuto, proponendo ampi spazi a sedere, angoli di lettura dedicati anche alla conversazione così da essere un luogo da assaporare e vivere fino in fondo.


, , ,


Commenti chiusi.