Accessori

Il bollitore dell’acqua: indispensabile in cucina

18 Dic , 2013   -   di

Il bollitore dell’acqua elettrico oggi è diventato uno strumento indispensabile in cucina, infatti non è più solamente uno strumento utilizzato per la ristorazione collettiva, ma è anche un accessorio che è entrato a far parte delle nostre cucine.

Il bollitore ha una forma simile ad una caraffa e permette di ottenere acqua calda in tempi molto rapidi per utilizzarla a diversi scopi, preparare un the oppure aggiungerla ad altre preparazioni che richiedono acqua calda o semplicemente per scaldare in fretta l’acqua per la pasta.

In commercio, esistono molti modelli di bollitori elettrici che si differenziano tra loro per aspetti sia estetici che funzionali, nel dettaglio:

Estetica – Ovvero, per il materiali con cui sono prodotti . Esistono fatti completamente di plastica resistente, di solito molto economici. Quelli d’acciaio inox e quelli in vetro con un design più ricercato. Tenete presente che il milgior islante è la plastica, quindi attenzione a non scottarsi con le pareti di quelli in acciao oppure in vetro.

Modello – Con il cavo oppure senza, dipende dal prezzo. Quelli senza sono cavo più maneggevoli.

Dimensioni – Dipende da quanta acqua posso scaldare, da 1 litro ad 1,7 litri.

Spesso i bollitori sono provvisti di un’indicatore trasparente che consente di controllare il livello dell’acqua al suo interno. In questo caso si consiglia di non riempirlo mai fino all’orlo per evitare che fuoriesca una volta raggiunta la temperatura di ebollizione.

Altro dettaglio non trascurabile e il sistema di spegnimento, spesso automatico ma quelli più raffinati permettono di impostare la temperatura di spegnimento per avere l’infuso perfetto.

Nella scelta dell’acquisto del bollitore, va tenuto presente il livello di durezza dell’acqua di casa. Il bollitore infatti teme molto il calcare e la scelta di un modello in acciaio potrebbe agevolare molto le pulizie dell’elettrodomestico. La pulizia dal calcare è molto semplice e permette di far funzionare il bollitore in maniera ottimale e di preservarne la durata nel tempo. Se si rende necessario un intervento per rimuovere il calcare si consiglia di procedere utilizzando una soluzione di acqua e aceto nella misura 2/3 e 1/3. Meglio utilizzare l’aceto di mele, per ridurre l’odore residuo all’interno del bollitore.

 

 


,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *