Arredamento e design

Il micro appartamento modulare, a New York, si pronuncia My Micro NY

24 Gen , 2013   -   di

Fonte: NYC Mayor’s Office

Vivere in un micro appartamento di 27 metri quadrati, in un condominio modulare nel cuore di New York, ma senza pagare una fortuna per l’affitto: la visione di Michael Bloomberg, sindaco della Grande Mela, finalmente ha un nome e un papà: si chiama My Micro NY, ed è progettata dallo studio di architettura nARCHITECTS.

Per meglio capire, è opportuno un riassunto delle puntate precedenti: è naturale pensare a New York come una delle città più care del mondo; per far fronte al crescente costo degli affitti, e alla penuria di soluzioni abitative per nuclei familiari “mini” (single o coppie, che in città sono 1,8 milioni a fronte di un’offerta di 1 milione di appartamenti),  a Luglio dello scorso anno il sindaco Bloomberg ha indetto un concorso di idee, adAPT NYC, per la progettazione di loft funzionali e vivibili, seppure in pochi metri quadrati. 

La dimensione è stata limitata a soli 300 piedi quadrati, ben al di sotto del limite legale di 400 piedi (37 mq), sancito dai regolamenti urbanistici di NY. A spuntarla, come anticipato, gli architetti dello studio nARCHITECTS, in collaborazione con Monadnock Development e Actors Fund Housing Development Corporation: il loro lavoro verrà esposto, fino a fine Settembre, alla mostra Making Room: New Models for Housing New Yorkers, presso il Museum of the City of New York.

Gli appartamenti hanno una misura standard di 10 piedi per 30 (3 per 10 metri), soffitti alti circa 3 metri, finestrati e con balconcini. Saranno suddivisi in una zona relax, con divano letto e scrivania, e una di utilità, con angolo cottura, ripostiglio e bagno. Il condominio, posizionato al 335 East 27th street nell’area di Kips Bay disporrà di 55 unità abitative e aree comuni per la lavanderia, la custodia delle biciclette, il fitness, il relax e la socializzazione.

Fonte: NYC Mayor’s Office 

A misure piccole corrisponderanno proporzionali affitti: se nel resto della città per una tipologia simile il costo medio è di 2000 dollari al mese, il 40% degli appartamenti My Micro NY oscilleranno tra 914 e 1873 dollari; gli altri verranno assegnati secondo le correnti tariffe di mercato.

Curiosità nella curiosità, questo sarà il primo condominio di New York realizzato assemblando unità modulari: una soluzione che garantisce un maggior controllo e sicurezza degli impianti idrici ed elettrici, oltre a un notevole risparmio di denaro. A produrre i “containers-abitazione” saranno i cantieri del BNY, il Brooklyn Navy Yard.

Abbiamo già affrontato l’argomento micro-case, suggerendovi anche come arredare piccoli spaziChe ne pensate del condominio My Micro NY? Una trovata sensata o una vita impossibile in un ambiente così piccolo? Funzionerebbe anche in Italia? Lasciate un commento e diteci la vostra!

 


, , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *