Arredi e complementi, Come fare, Studio e ufficio

Il modo corretto per regolare l’altezza della sedia dello studio

13 Feb , 2014   -   di

Dolori alle spalle e alla schiena, crampi al collo, intorpidimento dei muscoli delle braccia, tensione al polso, gambe pesanti…sono solo alcuni dei fastidi che spesso seguono ad una giornata di lavoro trascorsa in ufficio o in studio, seduti per ore alla scrivania.

Per ovviare a questi spiacevoli sintomi e tornare a casa privi di stress accumulato e in forma smagliante, è fondamentale disporre di una sedia ergonomica di eccellente qualità.

Ma non solo, è anche necessario regolarne l’altezza in modo ottimale. Per fare ciò dovete prendere con cura alcune misure e valutare la posizione del vostro corpo in relazione alla scrivania, al pavimento, allo schermo e alla tastiera del computer.

  • Per prima cosa mettetevi in piedi a lato della sedia: l’altezza del sedile deve essere corrispondente a quella delle vostre ginocchia.
  • Una volta seduti, prima di iniziare a regolare la sedia, fissate il centro del vostro pc o del vostro piano di lavoro.
  • Partite da una posizione della sedia più alta, vi sarà più facile regolarvi scendendo verso il basso piuttosto che viceversa.
  • Dovete assicurarvi che i vostri piedi abbiano libertà di movimento, per esempio possano dondolare leggermente, al fine di evitare fastidiosi formicolii, nel caso in cui la sedia fosse troppo bassa.
  • Le cosce devono essere parallele al pavimento e la parte posteriore del ginocchio, piegato, deve distare dalla sedia uno spazio più o meno corrispondente al vostro pugno chiuso.
  • Appoggiate i gomiti sulla scrivania: essi devono formare un angolo di 90° con la colonna vertebrale, paralleli ad essa.
  • Utilizzate un poggiapiedi se avete difficoltà nel regolare la sedia in modo consono e non siete molto alti.
  • Optate per una sedia con braccioli regolabili, in modo da alleggerire il carico su braccia e gomiti e da scongiurare, in caso di uso intensivo del mouse, patologie al polso, quali la sindrome del tunnel carpale.
  • Se state seduti per più di quattro ore continuative, potrebbe esservi molto utile aggiungere uno specifico poggia schiena.
  • Provate a raggiungere tutto ciò che usate costantemente nella vostra postazione di lavoro, non dovete avvertire dolore né sentirvi scomodi.
  • Una volta trovata la giusta combinazione fra schienale, braccioli e seduta, non modificatela: la sedia resisterà maggiormente all’usura.

 


, ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *