Bagno, Finiture

Il parquet in bagno si chiama Gres

10 Mar , 2014   -   di

Quando ci accingiamo a scegliere il pavimento per le stanze della casa veniamo assaliti dai dubbi, soprattutto per le specificità di ogni singolo locale che, spesso, richiedono soluzioni differenziate.

Gli amanti del legno e i sostenitori a oltranza del parquet lo vorrebbero posare in ogni stanza, tuttavia esso richiede un’accurata manutenzione, per evitare righe o solchi che, soprattutto nelle zone di passaggio, rischiano di essere una costante.

Per non innervosirsi o per non obbligare ospiti e amici alle pattine, esiste una soluzione ottimale per le zone giorno, quali la cucina, o per quelle molto frequentate, come il bagno: il gres porcellanato. Si tratta di un composto di materie prime simili a quelle impiegate per il vitreous china (usato per fabbricare sanitari e stoviglieria). E’ quindi un materiale quasi completamente vetrificato, completamente inassorbente e con alte caratteristiche meccaniche.  È infatti realizzato con una pasta compatta, colorata e lievemente porosa che, con l’utilizzo della tecnica della pressatura, permette di realizzare un prodotto resistente agli urti, alle macchie, all’abrasione e agli agenti chimici.

La diversa porosità e finitura superficiale, distinguono però due tipologie di gres porcellanato: il gres porcellanato naturale detto anche gres tecnico e il gres porcellanato smaltato. Il primo con un superficie ruvida e con un aspetto marmorizzato, è dotato di minore porosità risultando più resistente alle macchie; il secondo invece, risulta maggiormente poroso con una conseguente maggiore tendenza a macchiarsi a causa dello smalto utilizzato per levigarlo.

La varietà di stili, formati, colori e texture unita alle sue caratteristiche di resistenza al fuoco e allo scivolamento fanno del gres un prodotto di alta tecnologia.

Se nelle camere da letto pensiamo di non poter rinunciare al parquet soprattutto per il calore che esso trattiene (quella bellissima certezza di poter scendere dal letto a piedi nudi!) e, allo stesso tempo, perché riusciamo a salvaguardarlo maggiormente dalla polvere e dai danneggiamenti, per il bagno potremmo tranquillamente affidarci alle piastrelle in gres che donano lo stesso effetto visivo. Inoltre, si tratta di un pavimento trattabile serenamente con igienizzanti e detersivi, senza rischiare di rovinarlo.

Molte sono, inoltre, le aziende che si preoccupanodi realizzare prodotti a basso impatto ambientale, prestando attenzione nella fase di estrazione e realizzando prodotti a bassa emissione di agenti inquinanti pericolosi per l’uomo come il piombo e il cadmio. Esistono infatti prodotti in ceramica completamente ecosostenibile, di spessori esigui che possono essere posati anche su vecchie pavimentazioni risparmiando la rimozione e lo smaltimento delle vecchie piastrelle.


,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *