Elettrodomestici

Il segreto della bellezza dei prodotti Apple è…Dieter Rams

1 Mar , 2013   -   di

Apple è un’azienda che si può amare o detestare. Può essere bollata come un laboratorio di inutili aggeggi tecnologici alla moda, o una fabbrica di idee e di sogni. Ciò che non è possibile fare, è ignorare la bellezza e la cura maniacale nel design dei prodotti.

Uno stile inimitabile, imitato da tanti senza peraltro mai raggiungere le punte d’eccellenza dei creativi della mela morsicata. In molti casi, anzi, provocandone l’ira e le conseguenti richieste di risarcimento danni.

Eppure, anche Apple non ha propriamente brillato per originalità,  limitandosi ad attualizzare le geniali trovate creative di un altro celebre designer: Dieter Rams, nato nel 1932 a Wiesbaden Germania occidentale.

APPROFONDISCI: La biografia completa, le foto e le news riguardanti Dieter Rams su BZCasa

Una combinazione spazio-temporale forse non ottimale per la creatività. Eppure, a dispetto della guerra prima (anzi, forse grazie all’austerità da essa imposta) e la lenta e dolorosa ricostruzione poi, Rams ha saputo valorizzare due grosse opportunità: la laurea in architettura, e l’apprendistato come carpentiere, sulle orme del nonno.

Proprio dal fare, Dieter Rams ha imparato anche il creare. Una volta laureato è stato assunto da una giovane ma promettente azienda di elettrodomestici, nella quale ha rapidamente fatto carriera Qualche anno dopo è diventato direttore del dipartimento di design, contribuendo alla creazione di alcuni incredibili oggetti, belli nell’estetica e intuitivi nell’uso.

Quell’azienda si chiama Braun, e quegli oggetti sono, tra gli altri, la calcolatrice ET66, la radio tascabile T3, le casse audio LE1, la radio T1000. Accomunati dai principi di semplicità e cura maniacale, la loro creazione darà in seguito vita al decalogo del perfetto oggetto di design.

Volendolo sintetizzare in un unico punto: weniger, aber besser. Meno, ma meglio, in coerenza con gli assunti della scuola funzionalista. Via gli inutili orpelli, il prodotto dev’essere bello ma essenziale, e soprattutto deve essere pratico e maneggevole.

Numerosi decenni dopo dopo, un giovane designer ingaggiato da una giovane azienda, alla ricerca della giusta ricetta per far breccia nel cuore dei clienti e soddisfare le esigenze del suo bizzoso capo, trasse ispirazione dalle creazioni di Dieter Rams per arrivare al successo planetario.

Quel designer era Jonny Ive, assunto da Steve Jobs per rilanciare l’immagine un po’ appannata di Apple. Dalla matita e dalla mente di Ive nacquero prodotti storici come il MacPro, l’iPod, l’iMac, e più tardi l’iPhone, con la sua app calculator.

A ulteriore riprova di questo rapporto simbiotico, di recente sull’app store Apple è comparso una singolare applicazione, ispirata proprio alla radio portatile T3: per soli 99 centesimi potete acquistare un pezzo di modernariato…o perlomeno, il suo corrispettivo virtuale!

Nella gallery troverete alcuni degli oggetti disegnati da Dieter Rams e i corrispettivi di Jonathan Ive. Che ne pensate della somiglianza? Meglio il passato o il presente?

 

[Not a valid template]


, , , , , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *