Camera da letto

La camera da letto in stile eco-friendly: 100% biodegradabile

13 Gen , 2014   -   di

Negli ultimi anni è evidente un aumento di coscienza critica per quanto riguarda la salvaguardia della natura, della biodiversità e il consumo etico. Sempre più le nuove generazioni avvertono il desiderio di ridurre l’impatto ambientale anche nelle piccole scelte quotidiane, come quelle di arredare e gestire la propria casa.

Arredare in maniera ecofriendly una camera da letto significa porsi molte domande intorno ai mobili con i quali decidiamo di riempire la stanza.

La parola “green”, a cui molto spesso si fa ricorso, è ambigua. Bisogna considerare molti parametri per poterla utilizzare a pieno titolo e non esiste sul mercato un “bollino” che garantisce il consumatore su tutti questi aspetti. Non basta scegliere materiali ecologici ad esempio, ma è necessario verificare diversi elementi: la provenienza, il consumo di energia per produrli, i trattamenti ai quali sono stati sottoposti, il chilometraggio che li porta fino a noi. Insomma, per potersi davvero vantare di aver tutelato l’ambiente nella propria stanza (così come nella vita di tutti i giorni!), bisogna rimboccarsi le maniche!

Tracciamo alcune linee guida per l’arredatrice rispettosa della natura:

Se per i mobili scegliamo il legno – materiale che per antonomasia ci sembra naturale – bisogna accertarsi che sia dotato della certificazione FSC (forest stewardship council): si tratta di una certificazione internazionale, specifica per il settore forestale e i prodotti – legnosi e non legnosi – derivati dalle foreste; esattamente garantisce la provenienza del legname da foreste gestite in maniera responsabile, secondo canoni di salvaguardia ambientale, sociale ed economica.

Allo stesso modo se acquistiamo mobilio riciclato, dobbiamo verificare i trattamenti a cui il legno è stato sottoposto, in modo da escludere sostanza tossiche quali il benzene (usato spesso nelle vernici) o la formaldeide (contenuta nella colla).

Un ulteriore passo in avanti, nella direzione dell’ecosostenibile, è rappresentato dai mobili di cartone: la ditta SmartDecoFurniture offre varie soluzioni, dalla scrivania agli scaffali; biodegradabili, non inquinanti, assolutamente immediati da riciclare una volta dismessi. Certo, sarebbe sempre opportuna una valutazione circa la provenienza del cartone.

E’ consigliabile utilizzare biancheria in cotone organico, ossia realizzato interamente con fibre naturali, senza aver subito trattamenti chimici o con altri additivi. Per quanto riguarda gli elettrodomestici, sarà opportuno ricorrere a quelli a basso consumo: più innovativi, efficienti e utili anche per risparmiare energia.

Infine, per assicurarsi un risparmio energetico anche sull’illuminazione è consigliato, nella disposizione delle stanze, sfruttare al massimo la luce naturale.

 

 


, ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *