Fai da te

La casa sotto al tavolo: il nuovo spazio gioco faidate per i bambini

25 Feb , 2013   -   di

In questi giorni di freddo, pioggia e, per moltissimi, di neve, la casa è il proprio rifugio in cui trascorrere la maggior parte del tempo, soprattutto la sera. E va bene l’atteso spoglio elettorale che ci terrà abbastanza impegnati, andranno bene anche i commenti, le letture, le lunghe telefonate, la prova di nuove ricette, persino le grandi pulizie per rendere un po’ più piccole quelle di primavera…

Ma come fare a intrattenere i bambini? Bisogna inventarsi sempre qualcosa di nuovo perché non si annoino e rimangano allegri e sereni. Ecco un’idea che unisce faidate e gioco. I bambini impazziranno e forse qualcuno potrebbe invidiare davvero questa vostra originale soluzione di arredo: la casa sotto il tavolo!

Dalla casa sull’albero a quella… sotto al tavolo!

Costruire case sull’albero, capanne, casette, tane e fortini è ritenuto un bisogno fondamentale della crescita, perché delimitando ciò che sta dentro da ciò che sta fuori, ciò che è intimo da ciò che è socializzabile, si contribuisce a far lavorare l’area psichica che presidia lo sviluppo della autonomia, dell’identità e della personalità dei bambini.
A confermare gli studi scientifici, da sempre i bambini amano costruirsi nascondigli segreti, rifugi in cui sentirsi invincibili, sottrarsi al controllo degli adulti, dedicarsi ai giochi di ruolo, anche solo per mangiare biscotti rubati dalla credenza! Ecco che una casetta tutta per loro potrà rivelarsi una graditissima sorpresa, un bellissimo regalo e un invito a dare sfogo alla propria vivacità anche in una casa che proprio grande grande non è.

Guarda la fotogallery completa

Per i bambini o insieme ai bambini: attività ludiche ed educative

Cercando online con la parola chiave ‘playhouse’ o ‘card table playhouse’ troverete tantissime soluzioni pronte da acquistare o da stampare. In realtà la vista di queste immagini e di così tanti spunti di farà venire la voglia di realizzarne una completamente fatta da voi. Immaginatevi la faccia che farà il vostro pargolo e soprattutto quella che farete voi, sapendo che siete stati gli artefici di tanto entusiamo…

Se però pensate che il bambino possa percepire quello spazio, per quanto bello e rifinito nei minimi dettagli, non come il proprio nascondiglio o rifugio segreto, perché non è stato lui a costruirlo, potete farlo assieme. Sarà prima un piccolo architetto-progettista, con fogli e colori a disposizione per rendere più concreta la sua idea, poi un piccolo aiutante per la fase di realizzazione e poi il primo abitante di questa mini abitazione.

Tre attività in una che saranno allo stesso tempo ludiche ed educative, perché imparerà il concetto di progetto, di impegno, di obiettivo, e che lo terranno occupato per diversi giorni, finché non tornerà il tepore primaverile, quando il richiamo del parco sarà più forte per lui e anche per voi.

Come costruire una casa sotto al tavolo?

Guarda la fotogallery completa

Non dovete far altro che armarvi di stoffa, cartoncini, immagini ritagliate: vanno bene singoli scampoli da cucire della larghezza dei lati del tavolo come se fossero delle tendine, in modo da far scorre ogni lato ed evitare piccoli incidenti che trascinino a terra anche oggetti eventualmente appoggiati sul piano. L’idea migliore è comunque prendere un vecchio lenzuolo matrimoniale e definirne le misure corrette che permettano di posizionarlo sulla tavola come una tovaglia che arrivi fino a toccare terra. Se optate per una versione che lasci libera la superficie del tavolo, potete lasciare la struttura in pianta stabile per un periodo di tempo abbastanza lungo, perché non andrete a perdere l’utilità del piano, soprattutto se si tratta del tavolo del salotto e non di quello della cucina. Sotto al tavolo potete scegliere di posizionare un tappeto o qualche cuscino. Al resto dell’”arredamento” penserà di sicuro il vostro bambino!

Forbici, una macchina da cucire per chi è più pratico, ma anche ago e filo o nastro biadesivo e tanta tanta fantasia per i dettagli. Potete aprire finestre e adornarle con delle tendine, aggiungere campanelli per bussare alla porta, una cassetta della posta per i messaggi, cambiare i fiori del prato sul lato in base alla stagione, facendoli attaccare e staccare con un po’ di velcro su ogni lato del tavolo. E se il vostro bambino ha delle passioni particolari, la casetta può trasformarsi in un’officina, in un garage, in un negozio di dolci, in una pizzeria, persino in una sala da thè per quando i suoi amichetti verranno a fargli visita…

Se preferite seguire un tutorial, eccone uno. Date un’occhiata alla nostra gallery per prendere ispirazione.

Vi piace quest’idea? Fatecelo sapere con un like e, se realizzate anche voi una casetta sotto al tavolo, condividete con noi le vostre foto!

Guarda la gallery  completa: [Not a valid template]

 



, , , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *