Elettrodomestici

La lavatrice armadio che lava le camicie in pochi minuti

1 Mar , 2013   -   di

Se c’è una cosa per cui le mogli si arrabbiano tanto è quel solito atteggiamento del marito che, tornato a casa dall’ufficio, butta la camicia sporca su una sedia o su una poltrona e l’abbandona là. La premurosa compagna non potrà che prendere la camicia, controllare il colletto, un po’ per verificare il livello di sporcizia e un po’ per fugare quel convenzionale sospetto dell’amante che si manifesta in una macchia di rossetto, e riporre l’indumento nel cesto riservato al prossimo lavaggio.

SCOPRI le ultime notizie sul mondo delle lavatrici

Se il marito mettesse la camicia sporca dentro l’armadio, la moglie potrebbe infuriarsi definitivamente, a meno che non accada una magia: e se l’armadio stesso lavasse la camicia? É questa la soluzione proposta da Minsung Bae che ha progettato il primo guardaroba lavatrice: si ripone la camicia all’interno per qualche ora e la si riprende il giorno dopo bella pulita! La lavatrice-armadio non necessita di detersivi o acqua: si inseriscono gli abiti nella custodia rigida e si avvia la pulizia.

Un sistema di umidificazione, pressione dell’aria, ionizzazione e erogazione dell’ozono rimuove le macchie, un disinfettante e un deodorante completano l’opera.

Le camicie, compresse fra pannelli di separazione, vengono in primo luogo igienizzate attraverso la rimozione dei batteri: l’aria pressurizzata rimuove le tracce di sporco senza intaccare i tessuti. La custodia è dotata di ruote che facilitano il trasporto.

Il lavaggio avviene in pochi minuti, nel totale rispetto ambientale perchè non viene impiegato nessun agente chimico. L’ingombro è minimo. Compatta, facile da usare, innovativa, ecologica e dal lavaggio immediato: si ringrazia Minsung Bae per l’idea geniale.


, ,


3 Commenti

  1. Marina Meschino ha detto:

    È possibile conoscere il costo e attraverso quale canale si acquista?

  2. Gloria Novello ha detto:

    Geniale!! Se è nel mercato impossibile farsela scappare!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *