Accessori

Le zanzariere facili da installare e da rimuovere

25 Feb , 2014   -   di

Nelle serate estive lasciare aperte le finestre per sentire il fresco venticello è una cosa piacevole. Quasi sicuramente si corre però il rischio di ritrovarsi con vari insetti per la casa, soprattutto le fastidiose zanzare, attratti dal calore delle luci interne.

Utilizzare insetticidi e spray antizanzare sembra il mezzo più veloce ed economico, ma – per quanto poco dannosi per l’uomo – rilasciano nell’ambiente sostanze inquinanti.

Meglio optare per soluzioni meccaniche e radicali: le zanzariere sono sicuramente lo strumento più adatto per proteggersi dai vari insetti. In commercio se ne trovano diversi modelli, fisse o a scorrimento, tutti abbastanza semplici da montare. N
on è quindi necessario ricorrere all’aiuto di un tecnico per effettuare il montaggio, ma con alcuni semplici attrezzi per il bricolage potrete installare nel giro di alcuni minuti le vostre zanzariere, risparmiando inoltre un bel po’ di soldi eseguendo voi stessi questa semplice installazione. Il primo passo è dotarsi di un metro per prendere le misure delle finestre su cui dovete montare le zanzariere, sia in orizzontale sia in verticale. In un qualsiasi negozio di ferramenta acquistate le zanzariere che vi servono: le più pratiche sono quelle ad installazione veloce che vi eviteranno di usare viti, tasselli e trapano; se invece volete quelle classiche provvedete all’acquisto del modello a scorrimento. Per le zanzariere delle finestre si utilizza un sistema di chiusura verticale, generalmente a molla.

Con una leggera pressione la rete scatta e si arrotola da sola aprendo la visuale, mentre per chiuderla basterà tirare verso il basso e premere a fine corsa. Le porte finestre che chiudono verticalmente invece, non hanno il sistema a molla, ma un sistema di rulli con catenine che a seconda del giro di rotazione, si arrotolano o srotolano a seconda della necessità; quelle che invece chiudono orizzontalmente, mantengono il sistema a molla scorrendo generalmente da sinistra verso destra per la chiusura e premendo anch’esse a fine corsa, viceversa per aprire, si andrà col movimento da destra verso sinistra, facendo attenzione a trattenerla.

Consideriamo qui due modelli interessanti e pratici: le zanzariere plissé e quelle con sistema in velcro. Le prime sono composte da rete plissettata e si rivelano pratiche soprattutto quando è necessaria un’apertura a filo pavimento. Queste tipologie, infatti, sono molto facili da aprire e chiudere ed in più, non hanno bisogno di ulteriori guide o molle alla base, per consentire il movimento. In più alcuni modelli sono assolutamente vantaggiosi in quanto a ingombro che raggiunge anche solo i 20 – 22 mm, oltre a un sistema di apertura e raccoglimento laterale molto stretto. Le modalità di apertura hanno spesso un battente di riscontro con chiusura a calamita che limita ulteriormente l’ingombro totale e soprattutto permette una chiusura ermetica. Infine, essendo composte da pochi elementi e non avendo strutture di fissaggio complicate, le zanzariere plissé sono facilmente posizionabili e installabili. Le zanzariere faidate sono molto gettonate, soprattutto per tamponare problematiche immediate: sono soluzioni temporanee e a prezzo contenuto. Da montare senza neppure usare il cacciavite, sono corredate da velcro o guide apposite, e spesso hanno anche un kit apposito di pretaglio, per dimensionarle a misura, a seconda delle necessità.

Nei modelli con velcro, spesso il nastro è scelto in base anche all’utilizzo: ci sono alcune versioni apri e chiudi, indicate ad esempio, laddove vi sia l’esigenza di una frequente apertura. Qualora vogliate rimuovere la zanzariera, il nastro non lascia alcuna traccia e la rete della zanzariera può essere anche riutilizzata per le stagioni successive, lavandola anche in lavatrice a basse temperature.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *