Arredi e complementi

Qwerty, il divano letto a forma di tastiera

31 Mag , 2013   -   di

Ore intere al pc a lavorare su quel documento che devi assolutamente consegnare entro le prime ore del mattino.

Si fa sera ed il lavoro è ancora lungo, mangiucchi qualcosa davanti al monitor con la speranza che sbocconcellare un po’ di cibo ti possa fornire la giusta ispirazione. La stanchezza si fa sentire, il sonno è in agguato e i caffè si fanno talmente frequenti che perdono la loro efficacia.

Si incrociano le mani intorno al volto per cercare di afferrare al volo i pensieri ed è proprio in quel momento che gli occhi si chiudono, il collo si flette in avanti e si cade in un sonno profondo con il viso ben poggiato su un cuscino non particolarmente morbido: la tastiera del computer!

SCOPRI i divani più originale della rete

Da questa immagine è nato forse Qwerty, il divano letto a forma di tastiera prodotto dall’azienda italiana Zo-loft e progettato da Andrea Cigoli, Valentino Castelli e Umberto La Sorda. Attraverso un telecomando il divano può cambiare forma: ogni cuscino e quindi ogni tasto è regolabile in altezza.

Il divano letto si adatta così alle tante esigenze di chi vuole riposare su un mobile originale, moderno e hi-tech. Qwerty arreda perfettamente non solo uno studio, ma anche un soggiorno: in un contesto familiare può essere di aiuto anche a quei genitori che desiderano insegnare il riconoscimento delle lettere scritte ai bambini. L’apprendimento della letto-scrittura diventa giocoso e rilassante e finalmente può avere un maggiore senso una frase del tipo: “Ieri notte mi sono veramente addormentato sulla tastiera del pc”.


, ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *