Come fare

Rendere sicura la tua casa per un bambino: i fondamentali

15 Gen , 2014   -   di

 

Quando nasce un bebè è importante organizzarsi anche nell’ambiente domestico, rendendo sicura la propria abitazione per evitare incidenti che spesso si verificano, specialmente quando i bambini iniziano a muoversi da soli, gattonando o camminando. Le statistiche dicono che è proprio l’ambiente domestico il luogo in cui avvengono la maggior parte degli incidenti che coinvolgono bambini al di sotto dei quattro anni; si tratta per lo più di avvelenamenti e traumi.

Non si tratta solo della cameretta, ma di tutta la casa, in particolar modo se vi abbiamo vissuto del tempo prima della nuova nascita.

Sicuramente è bene dedicare un’intera stanza, se abbiamo lo spazio, al bambino: sarà possibile riporvi tutti i suoi oggetti personali e per la cura, facendolo muovere con più tranquillità in questo spazio a lui dedicato. Il pavimento è meglio liscio, facile da lavare e non scivoloso, affinché sia funzionale sia per i genitori sia per il piccolo che inizia a spostarsi. A tale proposito è consigliato evitare i tappeti che possono farlo inciampare, oltre che essere facili incubatori di polvere.

In tutta la casa è fondamentale e banale l’attenzione verso i fili della corrente e le prese: prima di tutto nascondere i cavi, ove possibile, con mobili apposta o copertura; attirato dagli strumenti elettronici che riempiono le nostre case, il piccolo potrebbe arrivare fino alla presa e infilarci le dita. Per questo è opportuno coprire tutte quelle inutilizzate con degli appositi copri presa, facili da trovare in commercio.

Uno degli oggetti di cui non avvertiamo la pericolosità sono le corde delle tende: è facile per un bimbo avvolgersele intorno e magari farsi del male. Dunque ricordiamoci di tenerle sempre ad un’altezza che superi la sua portata.

In cucina è buona regola ricordarsi di non tenere tovaglie pendenti, che potrebbero attirare l’attenzione del giovane Tarzan e rovesciargli addosso tutto il servizio da tavola. Allo stesso modo è meglio utilizzare i fornelli più interni e lasciare le pentole con i manici verso l’interno in modo che non sia invogliato ad afferrarli.

Aggiungere anche dei copri angoli di gomma ai tavoli per evitare che il bambino si faccia male colpendo gli spigoli.

In bagno, per far sì che il rito del bagnetto sia un momento di relax e gioco, non bisogna mai lasciare da solo il bambino se è nella vasca o quest’ultima è piena d’acqua. È meglio, inoltre, come ulteriore cautela, utilizzare tappetini antisdrucciolo in vasca da bagno e protezioni antiurto sulle rubinetterie.

Se l’abitazione possiede delle scale è sempre consigliato metterle in sicurezza, sia in cima sia in fondo, con due cancellini e accompagnare il piccolo che sale e scende.

Per evitare il rischio di avvelenamento, i prodotti per l’igiene della casa e i medicinali vanno riposti sotto chiave, in modo che non vi abbia accesso.

Infine è bene prestare attenzione ai giochi del bambino, soprattutto quelli regalati: controllare che non vi siano parti che potrebbero staccarsi o essere inalate. Verificare la presenza del marchio di origine europea (CE) per avere maggiori garanzie di qualità dei prodotti.

 

 


, ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *