Accessori

Ruzzle: la mania colpirà anche il design? [FOTO]

6 Feb , 2013   -   di

[Not a valid template]

Non stiamo a dirvi cos’è Ruzzle nei dettagli, perché anche i nostri nonni dotati di smartphone XL per leggere numeri e lettere ogni tanto ci sfidano. E i punteggi che raggiungono i bambini di prima elementare, esperti di sillabe e parole brevi, sono spesso simili ai nostri.

Basta ricordare che Ruzzle è il social game del momento, da cui non ci si stacca mai: sull’autobus, nella pausa caffé, a letto prima di dormire ma soprattutto invece di dormire. Sono i curiosi numeri a parlare per Ruzzle:

  • 3 miliardi di partite giocate;
  • l’equivalente in tempo di gioco di 10.000 anni;
  • la distanza totale percorsa dall’indice dei giocatori sullo schermo per comporre le parole equivalente a oltre 100 giri attorno al mondo.

Lo scarabeo 2.0 fa impazzire ogni minuto 20 milioni di utenti in più di 100 Paesi. E pensare che è nato esattamente un anno fa ma non lo conosceva nessuno: si chiamava Rumble. Poi la magia, come capita quasi inspiegabilmente per tutti i fenomeni virali: un alto numero di download dell’app a dicembre in un villaggio vicino a New Orleans, forse da parte di un gruppo di studenti di college annoiati nei giorni che precedevano le vacanze di Natale, e da lì il boom del passaparola e il contagio della mania.

Così i ritardatari sono entrati nel mondo di Ruzzle solo in questi primi giorni di Febbraio, ma Gennaio 2013 ha segnato indelebilmente questa nuova moda. Al punto che probabilmente anche tutti i designer e i trend setter sono talmente presi dal gioco da non aver ancora pensato di sfruttare questo spazio di business nella proposta di t-shirt, arredi e oggetti ispirati a questa mania. Oppure c’è qualcosa che già bolle in pentola, ma per ora noi non abbiamo trovato nessun brand che abbia usato Ruzzle per ottenere visibilità.

Insomma, la moda del momento non è ancora entrata nel mondo del Fashion, del Design e del Lifestyle? Una buona notizia per chi volesse bruciare sul tempo designer e progettisti già affermati!

A loro è dedicata questa fotogallery di oggetti di design ispirati ai suoi antenati: nonno Scarabeo e papà Paroliere!
Quando invece del timer c’era la clessidra (e spesso si dimenticava di girarla); al posto del database che tiene traccia dei punteggi c’erano carta, penna e il più veloce a fare i conti; invece di una notifica per sfidare un amico c’era il telefono fisso per darsi appuntamento….

Già le versioni di Ruzzle 1.0 erano entrate a pieno titolo nella moda e nel design. Siamo pronti a scommettere che lo farà anche Ruzzle: dai divani ai tavoli, dai gioielli all’abbigliamento, e perché non sceglierlo per un concorso di cake design oppure come filo conduttore per un matrimonio, dalle partecipazioni alla tavola? Immancabili le tazze da collezione e qualche idea per San Valentino. Non perdetevi la gallery!

Avete visto dal vivo o nel web oggetti, magliette, un qualunque progetto ispirato a Ruzzle? Segnalatelo e ne faremo una vetrina social!

[Not a valid template]


, , , , , , , , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *