Arredi e complementi

Come scegliere il giusto divano per il proprio salotto?

19 Giu , 2013   -   di

A ogni salotto il proprio divano: ma sapreste individuare quello giusto per voi? La scelta è vasta – almeno tanto quante sono le esigenze di chi si appresta a comprarne uno – e non tutte le tipologie si adattano all’arredamento, agli spazi o alle tasche.

Niente paura, con qualche spiegazione pratica e qualche suggerimento visivo vi renderemo autosufficienti nella scelta del divano perfetto per il vostro salotto. Si parte!

Tipologia

Si fa presto a dire “divano”: la galassia di modelli tra cui scegliere è vasta quanto uno showroom, e confonde le idee all’inesperto. Sedute da 2, 3 o anche 4 posti per andare sul classico, divano con chaise longue (seduta lunga per distendere comodamente i piedi) o divano angolare (che coniuga arredamento e sfruttamento degli spazi) per trovare vie alternative. A patto che…

Dimensione

C’è poco da fare. Per quanto meraviglioso, quel divano angolare da 6 posti non entrerà mai nel vostro minuscolo salotto 4 metri per 4 (e forse non passerà neppure dalla porta). Valutare con cautela le misure è l’operazione preliminare, ancor prima di dirigervi con occhi sognanti davanti alla vetrina del primo negozio di divani. Consapevolezza delle proprie esigenze e bene in mente la parola chiave: modularità. Perché il divano, in molti casi, può essere assemblato a piacere, combinando gli elementi desiderati.

Materiale

Pelle o tessuto? Dipende. Qual è il tono che avete deciso di dare al vostro arredamento? Sobrio e formale? Elegante e raffinato? Scanzonato e divertente? A parità di comodità, la stoffa è decisamente più versatile e si presta a tante variazioni sul tema, cuscini inclusi. La pelle è forse più ingessata, ma un divano di pelle nera è un classico che sfida le mode e il tempo. Con la giusta manutenzione, dura una vita.

Colori

Il suggerimento di BZCasa è: non sottovalutate la tinta unita. I classici difficilmente passano di moda, non vi costringono a cambiare divano per pura estetica. Con un adeguato set di cuscini, poi, dare colore e fantasia è un gioco da ragazzi. Last, but not least, sarà banale ricordarlo ma il divano dovrà essere scelto in una tonalità ben integrata con l’arredamento. Nel dubbio, fate qualche foto e chiedete al vostro rivenditore di fiducia.

Prezzi

Tante e tali le differenze tra un modello e l’altro che risulta complicato dare un prezzo. Per il tessuto 2 posti, si parte orientativamente dai 500 euro (Ikea), ma si può facilmente arrivare a 700 / 800 euro. Per la pelle si raddoppia, se di qualità si triplica il prezzo. Accessori come chaise longue, divani letto o angoli possono far ulteriormente aumentare il prezzo. Oltre alle dimensioni, è utile (leggasi: indispensabile) stabilire un budget.

Photogallery

Nonostante tutto le idee non sono ancora chiare? Niente paura, ecco qualche bella immagine tratta da Houzz su cui lavorare!

[Not a valid template]


, , , , , ,


Un commento

  1. Marco scrive:

    Ottime idee! Io sono un artigiano e per esperienza direi che il divano è uno dei pezzi fondamentali della casa, quindi progettarlo su misura può essere una buona soluzione. In questo modo si può tenere conto di tutte le variabili di cui avete parlato: colore, dimensioni, e così via…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *