Finiture

Scegliere gli infissi: pro e contro di alluminio, PVC, legno

21 Ago , 2013   -   di

Vetrata in legno e pvc

Probabilmente avrete letto il nostro post sulle detrazioni del DL 63/2013 applicate alle opere di riqualificazione energetica, o più semplicemente la decisione di sostituire i vostri infissi con dei serramenti nuovi arriva dalla necessaria ristrutturazione di casa. Ora però, prima dell’acquisto, vorrete informazioni e confronti per decidere quali materiali scegliere per le vostre finestre e vetrate, tra legno, alluminio o pvc.

Incominciamo chiarendoci un po’ le idee insieme. Valutiamo i fattori da considerare per effettuare una buona scelta. Questi saranno:

  1. Infissi economici o di alta qualità: fissiamoci un budget di spesa dal quale partire e regoliamoci di conseguenza
  2. Materiali dei serramenti: valutiamo il grado di isolamento e protezione alle intemperie necessario , in base a clima ed esposizione
  3. Dimensioni degli infissi e del serramento da realizzare, la forma e il colore preferiti.

Appuntiamo e fissiamo questi criteri come requisiti minimi, e scopriamo insieme pro e contro dei diversi materiali, tra gli infissi in legno, alluminio o pvc.

Infissi e serramenti in alluminio

L’alluminio è un metallo duttile, caratteristico quello color argento, che si distingue per le sue doti di versatilità. Nella produzione di serramenti e infissi di vario tipo, viene apprezzata la sua leggerezza anche per la realizzazione di manufatti di grandi dimensioni.

PRO ALLUMINIO: pur essendo un metallo è “morbido”, ossia leggero e facile da lavorare. Permette di realizzare manufatti anche di grandi dimensioni anche con forme articolari, con un alta resistenza agli agenti atmosferici e durata nel tempo.

CONTRO ALLUMINIO:  con scarse doti di isolamento termico e acustico, è a rischio di condensa sugli infissi, anche solo per la differenza di temperatura fra l’ambiente esterno e gli interni della casa.

Infissi e serramenti in PVC

IL pvc, invece è un materiale di origine plastica. Resistente e altamente isolante. Ecco di seguito le caratteristiche pro e contro salienti degli infissi in PVC:

PRO PVC: il materiale, di origine plastica, è perfettamente impermeabile, garanzia di naturale isolamento, sia termico che acustico. Non crea condensa anche con sbalzi di temperatura. Abbastanza leggero può  ssere forgiato agevolmente con varie finiture e colori (compreso l’effetto legno). E’ il più economico fra i tre.

CONTRO PVC: finestre in PVC (e manufatti in PVC in genere) di bassa qualità, specie se esposti a sbalzi e intemperie, ma soprattutto all’irradiazione solare continua (esposizione a sud), sono a rischio deterioramenti, dato che il materiale può “seccarsi” perdere robustezza.

Infissi e serramenti in legno:

Il legno è il materiale naturale per eccellenza. Per decenni è stato l’unico materiale per infissi e come tale ha il calore e l’aspetto generalmente attribuiti a una bella casa con finestre e infissi solidi. Ultimamente inizia a soffrire della concorrenza degli altri materiali, sia per la necessità di risparmio che per la necessità di manutenzioni nel tempo.

PRO LEGNO: è il materiale di porte e infissi per eccellenza, ed è quello con il quale alluminio e PVC devono confrontarsi cercando di imitarlo il più possibile. Isolante per natura, sia da punto di vista termico che acustico, potenzialmente e con le dovute cure può durare una vita.

CONTRO LEGNO: necessita di manutenzione, e per prodotti di buon livello,  i costi sono più alti rispetto all’alluminio e al pvc. Nonostante venga realizzato con trattamenti termici e chimici all’avanguardia e con finiture con vernici resistenti e atossiche, dopo qualche tempo sarà necessario preservarne le caratteristiche di impermeabilità e colore attraverso una buona manutenzione.

Il nostro consiglio legno e alluminio

Sezione degli infissi in legno e alluminio

 

L’ideale, ove se ne avesse possibilità, sarebbe coniugare i pregi dei vari materiali. Ad esempio vi sono prodotti che associano ad una struttura interna di PVC, che garantisce l’adeguato isolamento acustico e termico, una parte esterna con applicati sopra dei listelli in alluminio, che permettono di preservare il PVC dall’aggressione degli agenti atmosferici. Altre soluzioni, a detta degli esperti fra i migliori prodotti sul mercato, associano a una struttura in legno, che alla gradevolezza del tatto e della vista, e all’isolamento, associano una protezione esterna in alluminio, che permette di preservare la durata del serramento nel tempo.

 

Finestra composita in legno e alluminio

Ora, sulla base delle nostre esigenze e la consapevolezza acquisita,  non ci rimane che confrontarci con un buon rivenditore con il quale valutare il miglior rapporto qualità prezzo, per la nostra scelta degli infissi migliori.


, , , , , , , ,


8 Commenti

  1. King Infissi ha detto:

    BZCasa Oggi come oggi secondo noi il PVC ha superando in tutto e per tutto i sui concorrenti ALLUMINIO e LEGNO sia per qualità , caratteristiche che prezzo . Ciò lo vediamo anche nei grafici delle vendite , l'allumino ha subito un calo molto deciso , il pvc sta incrementato sempre più il suo livello e il legno lo segue , solo per un motivo , fa leva su quei clienti appassionati .

    • SEC Serramenti ha detto:

      BZCasa, Un serramento in alluminio a taglio termico e uno in PVC hanno una differenza di 0,5 wm2k a favore del PVC
      Calcola poi che tutti in cucina hanno una presa d’aria per il gas metano quindi quel 0,5 wm2k diventa irrilevante, poi è bene aggiungere che un serramento in alluminio ha un 15% in più di trasmissione luminosa per i profilati più snelli, una più vasta scelta di colorazioni e duratura.
      Riassumendo, in zona climatica “C” è addirittura da preferire l’alluminio, senza dimenticare che si possono fare serramenti di grandi dimensioni e soprattutto a 3 e 4 ante mentre in PVC no.
      Nulla di personale ma solo per fare chiarezza e dare tutte le info, non esiste un materiale per serramento migliore dell’ altro, esistono esigenze e zone climatiche che quelle si devono orientare la scelta.
      Un buon serramentista serio che non tifa per un materiale piuttosto che un altro è in grado di consigliare il cliente.
      Un buon cliente si informa anche sul web ma la via maestra è quella che consiglia il serramentista che dovrà eseguire i lavori.

  2. Elisa Piccinini ha detto:

    Su internet leggo molte note positive riguardo il pvc, ma sono un po' perplessa..e sono quasi piu' portata verso l'alluminio.

  3. Caterina Rognoni ha detto:

    che panorama dalla finestra di casa tua che hai ! bello!

  4. Elisa Piccinini ha detto:

    Caterina Rognoni ahahha!!sei una grande!

  5. Maurizio ha detto:

    Concordo con le opinioni di tutti, (perchè ogniuno ha le proprie esigenze) ma quella che ritengo essere migliore è la scelta combinata dei vari elementi, sia dal punto di vista funzionale che dal punto di vista estetico.
    Condivido pienamente il consiglio di BZ.
    Ciao Maurizio

  6. Sabino ha detto:

    Tutti e tre i materiali per migliorare il risultato finale, l’infisso, hanno bisogno l’uno dell’altro:
    gli infissi in pvc hanno l’anima in metallo, altrimenti avrebbero la consistenza della gomma da masticare, gli infissi in legno hanno la soglia in alluminio, altrimenti durerebbero da Natale a Santo Stefano, gli infissi in alluminio hanno la poliammide ( materiale plastico) , altrimenti “piscerebbero” condensa. Gli infissi migliori sono quelli che ti piacciono! anche se io la plastica la chiamo per nome….

  7. Daniel ha detto:

    Riccardo rivolgiti al Giudice di Pace della tua città e avrai giustizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *