Arredi e complementi

Scegliere i giusti complementi d’arredo per una casa chic

24 Gen , 2014   -   di

Per avere una casa chic, ossia una dimora che sintetizzi eleganza, misura e originalità, bisogna prestare attenzione anche al minimo dettaglio, nulla deve essere lasciato al caso.

E’ opportuno scegliere arredi e complementi non eccessivi, non troppo moderni e minimal, non troppo classici e barocchi, non troppo colorati, non troppo spenti. Insomma, bisogna creare un’atmosfera in cui regnino sovrani buon gusto e armonia.

In primis puntate per una gamma cromatica tono su tono, senza stacchi di colore eccessivi: prediligete tonalità neutre, come avorio, beige, panna, tortora e grigio, o tonalità pastello, come celeste, cipria e verde acqua, ma, in questo caso, fate attenzione: dovete evitare l’effetto casa di bambola o, peggio ancora, mega cupcake!

Osate un tocco di colore deciso, come un complemento nero o in legno scuro, ma fate in modo che non catalizzi totalmente l’attenzione.

Anche senza spendere una cifra astronomica, potrete avere complementi d’arredo decisamente chic: via libera a linee pulite, semplici ma non spigolose; a stoffe leggere e chiare per tendaggi e cuscini; a superfici in vetro o legno per tavoli e tavolini, a dettagli in ferro battuto, come una lampada da tavolo dalla linea rigorosa ma curata; a porcellane candide e lisce.

Non eccedete nel numero dei complementi e degli accessori, una casa chic deve trasmettere un senso di ordine, di pulizia e di luminosità, dove tutto è collocato al giusto posto e nulla è visivamente ingombrante e poco armonico.

Attenetevi ad uno stile unico, mixare stili diversi è un azzardo per pochi.

Possiamo affermare, in modo sommario, che ciò che è semplice è chic:  la bellezza si trova nell’essenziale, fruibile da chi la vuole cogliere. Tuttavia, non dimenticate che è chic soprattutto ciò che riesce a trasmettere personalità e stile: la vostra casa, quindi, non deve essere asettica, ma deve raccontare di voi.

Se amate l’arte, scegliete un bel quadro; se siete accaniti lettori, circondatevi  di libri (disposti, però, in modo ordinato); se avete il pollice verde, inserite piante, rigorosamente da interno; se siete appassionati di cinema, concedetevi uno schermo di apprezzabili dimensioni. E, in ogni caso, non trascurate l’importanza di un mazzo di fiori freschi in un vaso, in alternativa ripiegate su composizioni di fiori secchi, ma non acquistatene di finti…decisamente poco chic!

Amo il lusso. Esso non giace nella ricchezza e nel fasto ma nell’assenza della volgarità. La volgarità è la più brutta parola della nostra lingua. Rimango in gioco per combatterla“.

Coco Chanel

[Foto: spraymagazine.it]

 


, , , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *