Arredi e complementi

Scegliere i giusti complementi d’arredo per una casa chic

16 Ott , 2013   -   di

Complementi d'arredo per una casa chic

Chic è un termine di origine francese che indica l’eleganza nel senso più ampio della parola. Chic è stile, innovazione, classe, raffinatezza, gusto: proprio per questi motivi, avere una casa chic è desiderio di molti.

Ma come scegliere i giusti complementi d’arredo per una casa chic? Partiamo dal presupposto che chic è il contrario di kitsch, termine associato al cattivo gusto con mancanze di tipo artistico, senza creatività né originalità.

Una casa chic, quindi, riflette la tua personalità e quello che ami; in più combina la funzionalità dei complementi d’arredo con l’eleganza e la pulizia delle linee. Questo non vuol dire che l’arredamento chic debba essere tutto uguale, senza nessuna personalità. È il contrario: l’eleganza e la classe permettono infatti di essere molto creativi, dando il giusto spazio al proprio gusto.

Ognuno di noi ha uno stile diverso, ma ci sono alcuni principi basilari che identificano l’eleganza e ci indirizzano sulla scelta dell’arredamento della casa chic. Prima di tutto ricorda che per arredare una casa elegante non è necessario spendere molto; puoi creare ambienti stilosi mescolando mobili costosi e mobili meno costosi.

Il primo passo per arredare una casa chic è scegliere una palette cromatica composta da alcuni colori di base, idealmente due o tre, accompagnati dai loro colori complementari. Evita i colori accesi e fluo, le stampe azzardate e le tonalità poco naturali, tutti sinonimi di kitsch.

A questo punto puoi iniziare a scegliere i complementi d’arredo, seguendo le tinte per cui hai optato. In ogni stanza, i mobili più in vista saranno del colore base che hai selezionato. Nel salotto, ad esempio, il divano e il tappeto potrebbero essere dello stesso colore.

Gli accessori d'arredo per una casa chic

Dopo aver scelto i mobili del colore giusto, inizia ad aggiungere oggettistica elegante e chic: quadri, piante da interni, tende, cuscini, soprammobili. Segui sempre il buon gusto, evitando tutto quello che è pacchiano e esagerato.

Punta sullo stile minimal, sempre adatto agli ambienti dal sapore chic, ma non esagerare. Il minimalismo è bello, ma solo quando non è ridotto all’osso. In quel caso un’abitazione potrebbe risultare spoglia.

Non sovraccaricare le stanze: se vuoi inserire nel tuo arredamento qualcosa di appariscente fai in modo che non vada a cozzare con il resto e lascia che una sola cosa sia l’attrazione principale della stanza.

Ricorda: la casa chic è ordinata, ogni cosa ha il suo posto e il disordine, se c’è, è artistico e studiato. Le riviste non sono appoggiate in giro qua e là, ma hanno il loro apposito cestino; le penne saranno contenute in un portapenne elegante, insieme alla cancelleria; la copertina per il riposino pomeridiano sarà adagiata elegantemente sulla spalliera del divano.

Per concludere, arredare una casa in maniera chic ed elegante è semplice. Ecco i punti più importanti da seguire:

  • attenersi a uno stile determinato, senza mescolarne troppi fra loro
  • scegliere complementi d’arredamento dalle linee pulite
  • tenere la casa pulita e ordinata
  • evitare di affollare gli ambienti di oggetti vari
  • attenersi alla palette di colori prestabilita
  • avere una buona illuminazione, morbida nei luoghi adibiti al riposo e più brillante nella zona giorno
  • non dimenticare che la comodità e la funzionalità sono essenziali e dovrebbero andare di pari passo
  • lasciare che la propria personalità si rifletta nell’arredamento


, , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *