Elettrodomestici

Scegliere la lavatrice è facile, se sai come farlo!

19 Apr , 2013   -   di

Nella recente storia dell’umanità la lavatrice è probabilmente l’elettrodomestico salva-fatica più apprezzato e lodato. Per contro non costa poco, sia in termini di prezzo che di consumi. Ragione per la quale è importante saper scegliere il miglior modello possibile.

Già, ma qual è il miglior modello?

Risposta breve: quello che meglio si adatta alle tue esigenze familiari.

Risposta lunga: leggi i 5 punti (più extra) qui sotto!

1. Quanti chili di carico?

Se il modello che state tenendo d’occhio ha la funzione di regolazione elettronica dei consumi e non avete problemi di budget – spazio, siate generosi nella scelta dei kg: vi serviranno nel lavaggio di capi ingombranti, coperte in primis, e non incideranno sui consumi. Se non è dotata di questo controllo, una lavatrice con carico di i 6 kg dovrebbe essere sufficiente per l’ordinaria amministrazione di una famiglia di 3 – 4 persone.

2. La centrifuga?

Difficilmente i produttori, oramai, scendono sotto gli 800 giri al minuto. Ciò che ha molta importanza è che il numero di giri sia regolabile: nel caso di lavaggi di capi delicati o che si sgualciscono è una funzione che imparerete ad amare. Date grande importanza alla rumorosità, soprattutto se vivete in condominio (al punto 4 capirete meglio perché).

3. Lavatrice o lavasciuga?

Dipende: il prezzo medio di una lavasciuga di qualità in molti casi si avvicina a quello di una lavatrice più un’asciugatrice. A meno che non si tratti di un modello economico, ma in tal caso…vedi punto 5. Se lo spazio ve lo permette, scegliete i due modelli separati: è più igienico, è più efficace, potete lavare un nuovo carico mentre il primo asciuga e potrete scegliere le migliori caratteristiche per ogni singolo elettrodomestico.

4. Per i consumi?

Le lavatrici in commercio sono ormai tutte in classe energetica A (su BZCasa trovera tutte le informazioni sulle diverse classi energetiche); ciò significa un minor consumo e una maggiore efficienza. Scegliere lavatrici di categoria superiore (espressa con ulteriori +) significa sì risparmiare denaro nel tempo, ma anche spenderne di più nell’immediato.

Come affermato in precedenza, preferite le lavatrici capaci di ottimizzare i consumi in base al carico con la regolazione elettronica, vi faranno risparmiare parecchio se vivete soli o volete lavare pochi capi per volta. Idem per i programmi “a freddo”, sempre più sofisticati e in grado di pulire al meglio anche capi sporchi.

La tariffa bioraria? Non è più conveniente come un tempo, ma se vi interessa l’orario più leggero per la bolletta è diventato dalle 23 alle 7. Capito ora perché una centrifuga silenziosa è un plus non da poco?

5. Quanto deve costare?

Si compra bene e per durare a lungo attorno ai 300 euro, con la maggior parte delle caratteristiche sopra elencate. Quelle extra (programmi di lavaggio speciali, chilogrammi di carico in più, classi di risparmio energetico) si pagano, se potete farne a meno investite quei soldi su un’estensione di garanzia.

Ultimo consiglio: non aver fretta!

Prendetevi il vostro tempo. Valutate le vostre esigenze, di budget e familiari. Girate qualche negozio, fatevi consigliare e comparate caratteristiche e offerte. Il miglior rapporto qualità – prezzo per scegliere la lavatrice più adatta a voi è in gran parte nella pazienza, attenzione…e in piccola percentuale nel trovare una buona offerta!


, , , , , , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *