Come fare

Sgombero case, garage e cantine: sara’ davvero gratis?

9 Mar , 2015   -   di

Sgombero case, garage, cantine, solai: sara’ davvero gratis?

Quante volte ci capita, durante il giorno, di osservare quei volantini attaccati ai muri con la scritta GRATIS in grande risalto e un numero di telefono da chiamare, qualora avessimo bisogno di sgomberare la casa, il garage o la cantina di tutta la roba in eccesso che da anni non sappiamo come smaltire?

Le città ne sono piene, e qualche volta accade pure che questi volantini vengano distribuiti per strada o inseriti tra il parabrezza e i tergicristalli delle auto in sosta.

E’ il business della crisi, tutto sommato. Niente di strano, di questi tempi. Un lavoro inventato di sana pianta per offrire un servizio utile che, stando a quanto recitano i volantini, verrebbe svolto unicamente  “in cambio di oggetti da realizzare”. Chiunque non abbia mai composto quei numeri è quindi portato a pensare che degli omoni volenterosi, a bordo di capienti furgoni cassonati , siano disposti a risolvere un problema di smaltimento così grande in cambio unicamente di quegli oggetti (elettrodomestici, mobili, oggetti d’arredamento, vecchi giocattoli, collezioni varie) che a loro giudizio potrebbero ancora avere un certo valore di scambio.

E così ci si dà un gran da fare per separare, nell’ambito dello stesso insieme di cianfrusaglie oramai inutili, ciò che si reputa ancora capace di vivere una nuova vita (per qualcuno, da qualche parte) da ciò che invece è del tutto irrecuperabile.

Un’operazione inutile, una perdita di tempo nel 90% dei casi, perchè quando quegli omoni volenterosi busseranno alla nostra porta e avranno dato una superficiale occhiata agli oggetti e agli scatoloni, la sentenza sarà soltanto una: che nulla di cio che abbiamo potrà essere in alcun modo recuperato, e che quindi ci toccherà pagare affinchè loro ci liberino la casa.

Che fare allora? Quando ci si rende conto del messaggio ingannevole dei volantini che promuovono lo sgombero è già troppo tardi, e allora le strade sono due. O si abbandona definitivamente l’idea di sgomberare la casa, il garage o la cantina oppure, visto che la squadra è ancora davanti a noi in attesa di una risposta, si cerca quantomeno di rendere il meno cara possibile l’operazione. Che poi è esattamente ciò che loro si aspettano, in quello che è il più classico schema delle pubblicità ingannevoli.

Le tariffe che ci sentiremo proporre oscilleranno tra un minimo di 150 Euro per gli sgomberi leggeri, fino a oltre 400 per quelli più corposi. Inutile suggerire che in entrambi i casi la parola d’ordine è solo una: contrattare con decisione. Perchè si sa, alla fine un lavoro perso è anche per loro…antieconomico.

Le immagini fanno parte della serie Totems del fotografo francese Alain Delorme.


,


Un commento

  1. Sara ha detto:

    Bellissime foto. Mi fanno venire voglia di andare in Cina!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *