Come fare

Trucchi per tenere la casa fresca d’estate senza aria condizionata

11 Apr , 2014   -   di

L’estate è una stagione molto amata, ma talvolta obbliga a sopportare afa e temperature elevate che si rivelano fastidiosi compagni quotidiani da combattere. In tempi di crisi, inoltre, per risparmiare sulle bollette dell’elettricità molte sono le famiglie che rinunciano ai condizionatori, andando alla ricerca di metodi più economici e naturali per rinfrescare la propria casa.

Alcuni facili spunti dai quali iniziare:

Nelle ore più calde, è sempre meglio tenere abbassate le tapparelle e chiuse le finestre. In questo modo si può riparare un poco  la casa dai raggi solare, tenendo fuori anche aria calda e umida. Di notte e al mattino presto, invece, aprire i vetri permette di far rinfrescare le stanze. In questi casi è opportuno dotarsi di zanzariere, per evitare che gli insetti ci rovinino l’impresa.

Alla finestre, inoltre, è consigliabile dotarsi di tende, fatte in stoffa leggere, e preferibilmente bianche: queste due caratteristiche consentono di schermare un po’ il caldo e di far entrare comunque la luce.

Se si possiede un terrazzo, un balcone o uno spazio verde posizionarvi un grande ombrellone potrebbe costituire una soluzione valida per creare un avamposto ombreggiato di fronte alle finestre e per poter passare le ore meno calde all’aperto. Sempre per chi possiede terrazzi e spazi esterni non bisogna dimenticare di ricorrere a piante  e rampicanti specie sul lato più esposto e assolato della casa; essi aiuteranno a schermare e assorbire parte del calore a differenza del cemento che lo trattiene per poi rilasciarlo.

Per evitare di creare ulteriore umidità all’interno dell’abitazione non fate il bucato né la doccia nelle ore più calde, per evitare che condensa e vapore peggiorino la situazione.
Per diminuire ulteriormente la produzione di calore provate a ridurre l’uso degli elettrodomestici, staccandone le spine: oltre ad incidere sul consumo elettrico, infatti, riscaldando l’ambiente.

Niente phon, forno, luci intense, asciugatrice: fa già molto caldo, non facciamoci del male! Anche a luci spente la casa sarà luminosa fino a tardi, sono le giornate più lunghe dell’anno. Sulla questione lampadine, infine, sarebbe meglio rimpiazzare quelle a incandescenza con quelle a basso consumo.

Per chi ha una casa con mansarda o sottotetto e dispone di una certa somma è possibile coibentare l’abitazione per migliorare il clima interno della casa; anche dipingere il tetto di bianco è una soluzione che permette di riflettere i raggi solari e diminuire il calore interno.

Se anche con tutti questi accorgimenti non resistete al caldo, optate per un ventilatore portatile o a pale. A parità di utilizzo, un ventilatore portatile consuma circa 15 volte meno di un condizionatore medio. I più utili sono quelli da soffitto perché fanno girare l’aria dall’alto; inoltre posizionarne uno in ogni stanza consente un ricircolo significativo fra tutti gli ambienti.

Per aumentare l’effetto “freschezza” nell’utilizzare ventilatori portatili vogliamo rivelare un piccolo e semplice accorgimento: mettete davanti alle pale una bacinella con dell’acqua fredda e del ghiaccio.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *